DRACOBIT, la pavimentazione a basso spessore e ad altissima resistenza per aree logistiche, porti e aeroporti

Le proprietà delle pavimentazioni bituminoso-cementizie realizzate con il sistema DRACOBIT di DRACO sono state validate da un’importante sperimentazione del Laboratorio Strade dell’Università Politecnica delle Marche, che ne ha certificato performance e prestazioni superiori.


DRACOBIT unisce le qualità delle pavimentazioni in asfalto con quelle in calcestruzzo: flessibilità e rigidezza

Basse temperature e sali disgelanti mettono in crisi le pavimentazioni in calcestruzzo, mentre le alte temperature sono la tipica causa di innesco di problematiche per le pavimentazioni in conglomerato bituminoso. DRACO ha sviluppato il sistema di pavimentazione a basso spessore DRACOBIT, che in soli 5 cm di spessore, riesce a combinare le caratteristiche di durata e resistenza delle due tipologie di pavimentazione, senza combinarne però le problematiche. Con il sistema DRACOBIT infatti, è possibile realizzare una pavimentazione semi-flessibile che ha la peculiarità di unire la flessibilità di una pavimentazione in conglomerato bituminoso (asfalto), e la rigidezza di una pavimentazione in calcestruzzo.

Grazie a queste caratteristiche, le pavimentazioni semi-flessibili bituminoso-cementizie sono ideali per sopportare efficacemente il traffico di mezzi pesanti a bassa velocità, e l’attrito radente che si genera quando questi sterzano e fanno manovra. Le aree che si trovano a sopportare questo genere di sollecitazioni sono ad esempio i grandi piazzali di porti, interporti, e aree logistiche dove ad insistere sulla pavimentazione sono i camion e soprattutto i mezzi per movimentare i container; oppure le aree aeroportuali di manovra e di sosta degli aerei; infine è possibile menzionare anche le aree su cui transita traffico pesante lento e canalizzato, come alle fermate degli autobus e nelle autostazioni.

 

Dracobit, la pavimentazione a basso spessore e ad altissima resistenza per aree logistiche, porti e aeroporti

 

L’elevata tecnologia che contraddistingue il sistema DRACOBIT, frutto del lavoro del laboratorio di Ricerca&Sviluppo DRACO, è stata verificata da un programma di ricerca svolto presso il Laboratorio Strade dell’Università Politecnica delle Marche che ha avuto per oggetto la caratterizzazione meccanica di conglomerati bituminosi intasati con malta cementizia DRACOBIT,  attraverso prove classificate secondo normativa UNI EN su campioni realizzati ad hoc dal dipartimento e su carote prelevate in due differenti siti dove la pavimentazione è in esercizio da uno e da nove anni.

 

Il sistema DRACOBIT per pavimentazioni semi-flessibili

La stratigrafia delle pavimentazioni semi-flessibili è simile a quella delle pavimentazioni flessibili, da cui però si distingue per la presenza di uno strato superficiale composito costituito da una miscela di conglomerato bituminoso aperto i cui vuoti sono intasati con una malta cementizia opportunamente additivata. Lo scheletro di conglomerato bituminoso del Grouted Macadam (GM) deve avere un contenuto di vuoti dell’ordine del 20-26% (conglomerato aperto o poroso).

La consistenza della malta dev’essere sufficientemente fluida, così da poter percolare agevolmente negli spazi intergranulari dello scheletro bituminoso, intasandoli. Il materiale composito finale deve infatti essere caratterizzato da una percentuale di vuoti residui prossima a zero. La malta cementizia conferisce alla matrice bituminosa le caratteristiche di resistenza alle deformazioni permanenti tipiche di una pavimentazione in calcestruzzo con, in aggiunta, l’elevata funzionalità derivante dall’assenza di giunti, propria di una pavimentazione flessibile.

 


SCOPRI DI PIU' SU DRACOBIT


 

Anche se di spessore ridotto, le pavimentazioni realizzate con il sistema DRACOBIT presentano un’ottima resistenza sia ai carichi statici sia a quelli dinamici, e in presenza di aumento o diminuzione di temperatura subiscono variazioni di modulo elastico estremamente ridotte se paragonate a quelle di una pavimentazione in conglomerato bituminoso (normale o modificato) riducendo di conseguenza in caso di elevate temperature le deformazioni istantanee e quelle permanenti, nonchè lo sgranamento.

La resistenza della pavimentazione ai sali disgelanti e all’aggressione ambientale-meteorica è ulteriormente incrementata dalla totale assenza di giunti, soluzione che diminuisce le possibili cause di deterioramento eliminando il più comune punto d’innesco dei fenomeni di degrado delle pavimentazioni, e contribuisce ad aumentarne le caratteristiche di fonoassorbenza e comfort acustico. DRACOBIT è ideale sia per la realizzazione di nuove pavimentazioni semiflessibili bituminoso-cementizie che per il ripristino di vecchie pavimentazioni ammalorate. Il sistema si compone di tre fasi che prevedono l’applicazione del primer bituminoso, la posa dello strato di asfalto drenante e l’intasamento con la malta cementizia DRACOBIT.

Per la stesa del conglomerato viene impiegata una normale vibrofinitrice. Per la successiva compattazione, che dev’essere leggera per non “chiudere” troppo la miscela, si utilizza un rullo metallico senza vibrazioni per evitare l’insorgere di fessure. Non appena il conglomerato si è raffreddato, può essere avviata la seconda fase che prevede di colare la malta fluida sulla superficie dello strato al fine di saturarne i vuoti per gravità, avvalendosi dell’ausilio di spatole in gomma manuali oppure meccanizzate.

 

Esecuzione delle fasi del sistema DRACOBIT su un tratto viario urbano

IMMAGINE 2: Esecuzione delle fasi del sistema DRACOBIT su un tratto viario urbano.

 

Il programma di ricerca

La sperimentazione del Laboratorio Strade dell’Università Politecnica delle Marche, effettuata con attrezzature di ultima generazione, sotto la supervisione del Prof. Francesco Canestrari e del suo team, ha indagato diversi aspetti meccanici della pavimentazione realizzata con il sistema DRACOBIT:

  • il modulo di rigidezza ed il suo comportamento al variare della temperatura;
  • la resistenza a fatica, ovvero a quanti cicli di carico-scarico può essere sottoposta la pavimentazione;
  • la resistenza alla propagazione della fessura;
  • la resistenza all’abrasione.

 

L'ARTICOLO CONTINUA...


SCARICA IL PDF E LEGGI L'ARTICOLO INTEGRALE


Logo Draco

Chi è DRACO Italiana

DRACO è un’azienda che si distingue per la qualità, l’innovazione, la tecnologia avanzata e la formazione tecnica che dedica ai progettisti e agli applicatori attraverso la sua Academy in cui si svolgono attività formative sui prodotti Draco, sulle novità in tema di normativa e tecnica. Una formazione di alta scuola che dà diritto ai partecipanti di ottenere crediti formativi riconosciuti dagli ordini professionali.

Il Gruppo DRACO è composto da aziende che operano in maniera altamente specializzata in differenti segmenti del mercato dell’edilizia sviluppando e producendo soluzioni tecniche all’avanguardia. Gli oltre 200 addetti del network operano in molteplici ambiti del moderno costruire fornendo preziosi impulsi per lo sviluppo dei prodotti e dei sistemi DRACO e assistenza e consulenza dalla progettazione alla messa in opera.