Antincendio | Sicurezza | Sicurezza Lavoro
Data Pubblicazione:

Antincendio, attenzione: in vigore le nuove norme sui luoghi di lavoro, dal 29 ottobre anche il Minicodice

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 4 ottobre 2021, trascorso il periodo di 'latenza' di un anno, entra in vigore il provvedimento recante i i criteri per la gestione dei luoghi di lavoro in esercizio ed in emergenza e caratteristiche dello specifico servizio di prevenzione e protezione antincendio.

Continua ad essere fitto, il calendario delle entrate in vigore dei vari decreti sulla normativa antincendio: visto che spesso queste 'regole' sono operative alcuni mesi dopo e altre addirittura un anno dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, val la pena ricordare che da martedì 4 ottobre è ufficialmente entrato in vigore il decreto 2 settembre 2021 del Ministero dell'Interno/Ministero del LavoroCriteri per la gestione dei luoghi di lavoro in esercizio ed in emergenza e caratteristiche dello specifico servizio di prevenzione e protezione antincendio, ai sensi dell'articolo 46, comma 3, lettera a), punto 4 e lettera b) del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81”, che era stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 4 ottobre 2021.

Si tratta del provvedimento recante i i criteri per la gestione dei luoghi di lavoro in esercizio ed in emergenza e caratteristiche dello specifico servizio di prevenzione e protezione antincendio (art. 46, comma 3, lettera a), punto 4 e lettera b) del d.lgs. 81/2008 - Testo Unico Sicurezza sul Lavoro.

Decreto Antincendio luoghi di lavoro: le coordinate

Il provvedimento, come specificato nell'art.8:

  • si applica alle attività che si svolgono nei luoghi di lavoro come definiti dall'art. 62 del d.lgs. 81/2008;
  • si applica limitatamente alle prescrizioni di cui agli artt. 4, 5 e 6 per le attività che si svolgono nei cantieri temporanei o mobili di cui al titolo IV del d.lgs. 81/2008 e per le attività di cui al d.lgs. 105/2015.

Il decreto definisce nel dettaglio:

  • le procedure per la gestione della sicurezza antincendio (sia in esercizio che in emergenza)
  • l'informazione e la formazione dei lavoratori;
  • la designazione degli addetti al servizio antincendio;
  • la formazione ed aggiornamento degli addetti alla prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione dell'emergenza.

Gestione della sicurezza antincendio

Il datore di lavoro adotta le misure di gestione della sicurezza antincendio in esercizio ed in emergenza, in funzione dei fattori di rischio incendio presenti presso la propria attività, secondo i criteri indicati negli allegati I e II.

Nei casi sottoelencati il datore di lavoro predispone un piano di emergenza in cui sono riportate le misure di gestione della sicurezza antincendio in emergenza di cui al comma 1:

  • luoghi di lavoro ove sono occupati almeno dieci lavoratori;
  • luoghi di lavoro aperti al pubblico caratterizzati dalla presenza contemporanea di più di cinquanta persone,
  • indipendentemente dal numero dei lavoratori;
  • luoghi di lavoro che rientrano nell'allegato I al DPR 151/2011.

Nel piano di emergenza sono inoltre riportati i nominativi dei lavoratori incaricati dell'attuazione delle misure di prevenzione incendi, lotta antincendio e di gestione delle emergenze, o quello del datore di lavoro, nei casi di cui all'art. 34 del d.lgs. 81/2008.

Progettazione antincendio nei luoghi di lavoro a basso rischio: dal 29 ottobre via al "Minicodice"

Tra qualche settimana, precisamente il 29 ottobre, entrerà poi in vigore un altro decreto antincendio collegato a quello sopracitato, ovverosia il decreto del 3 settembre 2021 del Ministero dell’Interno (cd. Minicodice), che reca i criteri generali di progettazione, realizzazione ed esercizio della sicurezza antincendio per luoghi di lavoro, ai sensi dell’art.46, comma 3, lettera a), punti 1 e 2, del d.lgs. 81/2008.

Il provvedimento - pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 29 ottobre 2021 - stabilisce, in attuazione dell'art. 46, comma 3, lettera a), punti 1 e 2, del d.lgs. 81/2008 (T.U. Sicurezza sul Lavoro), i criteri generali atti ad individuare le misure intese ad evitare l'insorgere di un incendio ed a limitarne le conseguenze qualora esso si verifichi, nonchè le misure precauzionali di esercizio (basso rischio).

“Decreto Minicodice”: novità e principali aspetti sulla gestione della sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro

Analisi dei principali contenuti del Decreto 3 settembre 2021, anche detto “Decreto Minicodice”, con approfondimento delle rilevanti novità introdotte in termini di sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro.


Leggi tutto su ingenio!

Criteri di progettazione, realizzazione ed esercizio della sicurezza antincendio

Le regole tecniche di prevenzione incendi stabiliscono i criteri di progettazione, realizzazione ed esercizio della sicurezza antincendio per i luoghi di lavoro per i quali risultano applicabili.

Nello specifico:

  • per i luoghi di lavoro a basso rischio di incendio, così come definiti al punto 1, comma 2, dell'allegato I, i criteri di progettazione, realizzazione ed esercizio della sicurezza antincendio sono riportati nel medesimo allegato;
  • per i luoghi di lavoro non ricadenti nei commi 1 e 2, i criteri di progettazione, realizzazione ed esercizio della sicurezza antincendio sono quelli riportati nel decreto del Ministro dell'interno 3 agosto 2015;
  • per i luoghi di lavoro di cui al comma 2, i criteri di progettazione, realizzazione ed esercizio della sicurezza antincendio possono essere quelli riportati nel decreto del Ministro dell'interno 3 agosto 2015.

Leggi anche