Manovra 2023 | Superbonus | Professione
Data Pubblicazione:

Legge di Bilancio 2023, novità negli emendamenti: CILA-S condomini al 31 dicembre 2022, Bonus IVA case verdi, Bonus barriere fino al 31 dicembre 2025

La Manovra 2023 inizia il suo esame alla Camera questa mattina e verrà votata entro venerdì 23 con gli emendamenti approvati dalla Commissione Bilancio incardinati nel nuovo testo, per il passaggio in Senato dopo Natale e il varo definitivo entro il 31 dicembre: tra le novità, proroga per la CILA-Superbonus in condominio, ritorno del Bonus 50% sull'IVA per l'acquisto di case 'green' e proroga del Bonus Barriere Architettoniche 75%.

Mentre impazza la corsa contro il tempo della Manovra, che deve completarsi (coè essere pubblicata in Gazzetta Ufficiale) entro il 31/12, iniziano ad 'emergere' le novità di interesse per i bonus edilizi che saranno contenute nella Legge di Bilancio 2023, da mercoledì 21 dicembre all'esame della Camera.

L'aula di Montecitorio dovrà votare il testo con gli emendamenti incardinati entro venerdì 23, per cercare di rispettare la scadenza del 31 dicembre 2022 come varo definitivo (anche Palazzo Madama dovrà esprimersi sulla Manovra 'ritoccata' dal Parlamento).

Le tempistiche per il varo della Manovra

L'Aula della Camera inizia giovedì 22 dicembre dalle 8 l'esame dell'A.C. 643-bis (DDL "Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2023 e bilancio pluriennale per il triennio 2023-2025") che dovrebbe chiudersi con la votazione finale, al massimo entro venerdì 23 dicembre.

Il testo 'emendato', approvato con gli emendamenti dalla Commissione Bilancio, passerà poi in Senato tra il 27 e il 28 dicembre per la ratifica (voto) finale senza possibilità di modifiche, stante la scadenza di fine anno oltre la quale non si può andare, pena l'esercizio provvisorio.

La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge di Bilancio 2023 - ultimo passaggio necessario - avverrà quindi entro il 31 dicembre, per l'entrata in vigore dal 1 gennaio 2023.

Vediamo quindi, ricordando che al momento si tratta di notizie figlie degli emendamenti governativi che devono ancora essere votati e incardinati nel testo della legge, le principali novità per i bonus edilizi.

CILA-Superbonus per i condomini: proroga al 31 dicembre 2022 ma non per tutti

Parallelamente al lavoro sulla cessione dei crediti che si sta attuando nella conversione del DL Aiuti Quater, la Manovra andrà a rivedere una scadenza che ha suscitato molte polemiche e problematiche nelle scorse settimane, quella della CILA-S per il Superbonus al 110% nei condomini, che entro lo scorso 25 novembre 2022 doveva essere stata presentata al comune per beneficiare della maxi-agevolazione nella sua massima aliquota.

La proroga al 31 dicembre 2022, prima negata e poi concessa, non riguarderà però tutti i tipi di lavori ma solo quelli di demolizione e ricostruzione degli edifici: per queste tipologie di interventi, si potrà beneficiare del Superbonus al 110% anche nel 2023 con CILA-S presentata entro il 31 dicembre 2022.

E gli altri lavori? Potranno beneficiare della proroga a fine anno solamente i condomini che hanno approvato l'esecuzione degli interventi edilizi con delibera assembleare presentata antecedentemente al 18 novembre 2022, che è la data di entrata in vigore del DL Aiuti-Quater.

Gli edifici condominiali che hanno deliberato i lavori dopo quella data, quindi, non beneficieranno della proroga: la scadenza, per loro, resterà quella del 25 novembre 2022.

Le date di queste delibere assembleari - che a questo punto rivestono un ruolo determinante nel 'gioco' della proroga - devono essere attestate dall'amministratore di condominio con una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (se non c'è amministratore di condominio, se ne occuperà il condomino presidente dell'assemblea).

Bonus Barriere Architettoniche 75%: proroga al 31 dicembre 2025

Un emendamento incardinato nel testo della Manovra prevede la proroga di altri 3 anni, e quindi fino al 31 dicembre 2025, per il cd. Bonus Barriere Architettoniche al 75%, inserito nel nostro ordinamento dalla Legge di Bilancio 2022, che era andata ad aggiungere l'art.119-ter al DL Rilancio.

L'unica differenza rispetto al passato è la previsione, per i lavori condominiali, di una delibera di approvazione che dovrà avere il voto favorevole di una maggioranza rappresentativa di un terzo del valore millesimale del condominio.

Bonus 50% IVA per le case 'green'

In questo caso si tratta di un ritorno.

La disposizione - inserita in Legge di Bilancio tramite un emendamento del Governo - consente una detrazione del 50% dell'IVA per l'acquisto di immobili di classe energetica A o B.

Questa agevolazione fiscale  - prevista per tutto l'anno 2023 - si potrà ripartire in 10 quote annuali e sarà riservata esclusivamente alle case, cioè agli immobili ad uso-abitazione (sia prima che seconda casa), compresi quelli di lusso.

Leggi anche