4284 visualizzazioni Restauro e Conservazione | Architettura | MAPEI SPA
Data Pubblicazione:

Restauro e recupero di un'architettura industriale in calcestruzzo del XX secolo con tecnologia Mapei

Mapei presenta il proprio intervento presso il Centro logistico Mayoral (Malaga, Spagna), uno degli ultimi esemplari esistenti della tradizione manifatturiera di Malaga del XX secolo.

Grazie alle proprie tecnologie innovative, Mapei ha contribuito al recupero e al rinforzo della struttura e alla realizzazione di un nuovo pavimento di calcestruzzo.


Riconvertito un ex complesso industriale del XX secolo in calcestruzzo armato di Malaga

Uno degli interventi nominati in una delle ultime edizioni dei premi Mies van der Rohe per l’architettura europea è stato il recupero della struttura industriale Intelhorce a Malaga, progettata da Manuel María Valdés e Ramón Vázquez Molezún tra il 1958 e il 1963. Il governo spagnolo aveva deciso in quegli anni di intervenire nella difficile situazione economica della provincia di Malaga creando una società statale, Industrias Textiles del Guadalhorce (Intelhorce).

Valdés e Vázquez Molezún, progettarono un complesso industriale di grandi dimensioni che, oltre ai capannoni di produzione, comprendeva anche uffici e spazi per le attività e le attrezzature degli operai.

Il capannone delle finiture, conosciuto anche come “la cattedrale industriale di Malaga” o “la nave”, è oggi l’ultimo esemplare esistente della tradizione manifatturiera di Malaga del XX secolo ed è registrato nel Registro spagnolo DOCOMOMO per la conservazione delle opere urbane del movimento modernista.

 

Tecnologia Mapei per il restauro e recupero di un'architettura industriale in calcestruzzo

 

Abbandonato al momento della cessazione delle attività industriali nel 2004, il capannone è stato acquisito dalla società Mayoral nel 2013 per accogliere il suo nuovo centro logistico. La proprietà ha deciso di mantenere intatta l’imponente struttura quadrangolare, lunga 200 m, recuperando gli elementi in calcestruzzo armato che avevano più di mezzo secolo di vita. Lo spazio si articola secondo 9 assi longitudinali e 8 trasversali, che formano campate rispettivamente di 15 e 30 m, con monumentali pilastri a 'Y' che sostengono doppie travi su cui poggia la grande copertura semicircolare in calcestruzzo preconfezionato.

 

Recupero e rinforzo della struttura in calcestruzzo armato con tecnologia Mapei

L’intervento di restauro e recupero del capannone è iniziato con il ripristino e la protezione dei suoi elementi strutturali. I progettisti e tecnici coinvolti nel progetto hanno effettuato dei rilievi nell'intera struttura e stabilito la necessità di effettuare 12 tipi di interventi di ripristino diversi.

Basandosi sui risultati dei rilievi e una volta misurata la resistenza meccanica del calcestruzzo esistente, l'Assistenza Tecnica di Mapei Spain, consociata spagnola del Gruppo, ha individuato i sistemi e i prodotti idonei al recupero della struttura ed alla sua protezione contro la carbonatazione e l'esposizione ai cloruri.

Prima di tutto sono state preparate le superfici in funzione della loro destinazione d’uso: nelle zone che necessitavano un recupero superficiale sono stati effettuati l’idrolavaggio e la rimozione degli strati superficiali con mezzi meccanici; nelle zone più deteriorate sono state rimosse porzioni più consistenti fino a scoprire le armature che sono poi state passivate con MAPEFER 1K, malta cementizia anticorrosiva monocomponente.

 

Tecnologia Mapei per il restauro e recupero di un'architettura industriale in calcestruzzo

 

La parte più consistente delle operazioni è stata il ripristino dei volumi e il recupero dei pilastri principali e delle facciate, interessati da ammaloramenti di diversa entità. Le superfici verticali sono state riparate con MAPEGROUT EASY FLOW, malta monocomponente tissotropica fibrorinforzata, a ritiro compensato e resistente ai solfati, indicata per il ripristino delle strutture in calcestruzzo, in questo caso additivata con

MAPECURE SRA, per ridurre la rapidità di evaporazione dell’acqua presente nella malta e favorire lo sviluppo delle reazioni di idratazione.

Era necessario regolarizzare la superficie di contatto tra le travi e i supporti a forma di “Y” dei pilastri. La scelta di MAPEGROUT SV, malta colabile a ritiro compensato, ha garantito elevate resistenze meccaniche ed elasticità, oltre a rapidità di presa e di indurimento.

 

Tecnologia Mapei per il restauro e recupero di un'architettura industriale in calcestruzzo

 

Nelle “costole” che costituiscono il supporto della copertura, così come in alcune zone dei pilastri non eccessivamente danneggiate, l’intervento si è limitato alla rasatura delle superfici con PLANITOP RASA & RIPARA, malta cementizia tisso-tropica di classe R2, fibrorinforzata, a presa rapida e a ritiro compensato, applicabile in uno spessore compreso tra 3 e 40 mm.

 

Tecnologia Mapei per il restauro e recupero di un'architettura industriale in calcestruzzo

 

Una volta terminato l’intervento di ripristino, la protezione delle superfici dagli effetti della carbonatazione è stata assicurata da ELASTOCOLOR PITTURA, finitura elastomerica protettiva antifessurazione, che, dopo l’asciugamento, forma un rivestimento elastico, impermeabile all’acqua ed agli agenti aggressivi presenti nell’atmosfera (CO2–SO2), ma permeabile al passaggio del vapore.

 

Un nuovo pavimento in calcestruzzo a ritiro compensato

Terminato l’intervento di recupero e ripristino, è stato realizzato un nuovo pavimento di calcestruzzo all’interno della struttura con il sistema MAPECRETE SYSTEM. L’impiego del componente espansivo EXPANCRETE per calcestruzzi a ritiro controllato, dell’additivo MAPECURE SRA (formulato specificatamente per permettere la riduzione fino al 50% della formazione di fessure per ritiro igrometrico del calcestruzzo) e degli additivi fluidificanti DYNAMON FLOOR 3 (che permette di facilitare notevolmente la coesione e la facilità di pompaggio del calcestruzzo) e MAPEFLUID AC40 ha permesso la creazione di un pavimento in calcestruzzo di elevata qualità, a ritiro controllato, di elevata stabilità dimensionale e dal ridotto numero di giunti.

 

Tecnologia Mapei per il restauro e recupero di un'architettura industriale in calcestruzzo

 

SCHEDA TECNICA

Centro logistico Mayoral, Malaga (Spagna)

Periodo di costruzione: 1958-1963

Progetto originale: Manuel María Valdés e Ramón Vázquez Molezún Periodo di intervento: 2017-2018

Progetto e direzione lavori: Santiago Perez Vidal (Cemosa), System 30 RM 171/2022 Arquitectura

Committente: Mayoral S.A. Impresa esecutrice del ripristino: Cimentia Construcción y Gestión Impresa realizzatrice del pavimento in calcestruzzo: Prosistemas Coordinamento Mapei: Jose Antonio Sánchez, Pedro Madera, Mar Penín, Antonio Faura, Manuel Millán e José Antonio Rodríguez (Mapei Spain)

PRODOTTI MAPEI

Protezione dei ferri d’armatura: Mapefer 1K Recupero del calcestruzzo: Mapegrout Easy Flow, Mapegrout SV T

Rasatura delle superfici: Planitop Rasa & Ripara Finitura protettiva delle superfici: Elastocolor Pittura

Realizzazione di pavimento continuo in calcestruzzo: Expancrete, Dynamon Floor 3*, Mapecure SRA, Mapefluid AC40

*Questo prodotto è realizzato e distribuito sul mercato spagnolo da Mapei Spain.


Per maggiori informazioni sui prodotti visita il sito mapei.it e mapei.es


Logo Mapei

Chi è MAPEI

 

Fondata nel 1937 a Milano, Mapei è uno tra i maggiori produttori mondiali di prodotti chimici per l’edilizia ed ha contribuito alla realizzazione delle più importanti opere architettoniche e infrastrutturali a livello globale. Con 91 consociate distribuite in 57 Paesi e 84 stabilimenti produttivi operanti in 35 nazioni, il Gruppo occupa oltre 11.000 dipendenti in tutto il mondo. Nell’anno 2021 il Gruppo Mapei ha registrato un fatturato consolidato di 3,3 miliardi di euro. Alla base del successo dell’azienda: la specializzazione, l’internazionalizzazione, la ricerca e sviluppo e la sostenibilità.