Geomatica | Rilievo e Localizzazione
Data Pubblicazione:

Tecnologie robotiche di picchettamento e layout printing per i-cantieri Edili e Infrastrutture

Un overview sui sistemi robotici per l'automazione dei layout e non solo.

Tecnologie innovative per il cantiere digitale

Il tema delle tecnologie per la gestione dei cantieri, al di là delle singole operazioni come le indagini preliminari, in genere basate su diverse tecnologie geomatiche e sulle indagini geofisiche e di mappatura geognostica, gode negli ultimi anni di forti innovazioni e quindi di prodotti e investimenti.

Non è questa la sede in cui analizzare l'intero ciclo delle tecnologie applicate ai cantieri, ma questa nota sul mondo della robotica cosiddetta di "layout printing" per l'edilizia sarà un primo approfondimento sul tema.

La robotica in generale, applicata ai sistemi cosiddetti "rover", è nell'alveo di tutto ciò che va sotto il nome di "navigazione autonoma", o anche "navigazione assistita", nel caso in cui il concetto di "autonomia" non sia applicabile e sia possibile impiegare un sistema di comunicazione.

È chiaro fin da subito che l’innovazione nel settore dell’AEC, riferita espressamente alla fase di cantiere delle opere, non passa solo per la fase del layout dell’opera o del “picchettare” l’opera edile. Nel campo dell’AEC l’innovazione tecnica è ampia e passa già dalla progettazione CAD al BIM e dall’uso dei sistemi LiDaR o di laser scanner, soprattutto in operazioni complesse come quelle degli impianti. Per questo ultimo aspetto, si vanno ad integrare fortemente diversi aspetti progettuali e/o di gestione, di un segmento sempre più tecnologico come il MEP.

Il MEP, questo sconosciuto, somma le tecnologie digitali dell’IoT, delle reti e del telecontrollo e negli ultimi tempi si è diffuso sempre più l’uso del laser scanner, come pratica di rilievo e formazione del “gemello digitale”, su cui poter intervenire per la progettazione o per il revamping, soprattutto delle reti.

L’innovazione nei cantieri al SAIE 2022

All’ultimo SAIE di Bologna era evidente, per presenze e offerta di soluzioni, che l’offerta di tecnologia “smart” per la componente “building” è ormai una realtà. Ogni cantiere coinvolge diversi attori, dal committente alla gestione della commessa, e infine chi di fatto i cantieri li realizza e le opere le costruisce.

Con l’aumento dei livelli di digitalizzazione e di impiego di tecnologie avanzate, anche i cantieri assorbiranno l’offerta innovativa dei progetti gestiti in cloud, dell’IoT per il tracciamento e il monitoraggio degli asset mobili come pale meccaniche, camion e macchine speciali.

Le multinazionali di un certo livello impiegano queste “asset facilities” già da molti anni, ma ci vorrà ancora un po’ perché i cantieri edili si possano trasformare in “i-cantieri”.

LEGGI IL NOSTRO REPORT REALTIVO AL SAIE 2022

I sistemi di layout printing

Il significato del termine "layout printing"
Il termine di “layout printing”, almeno nell’accezione del tema dell’AEC, di cui si tratta in questa nota editoriale, sta ad indicare le operazioni comunemente dette di “picchettamento”, o con il termine più comprensibile inglese di “stake out”.

Volendo approfondire il tema, è bene collocare nel nostro gergo anche il termine “tracciamento”, che forse è il miglior termine per descrivere il tipo di attività o lavoro. Ma per non essere tacciati di scarsa conoscenza, abbiamo chiesto ad OpenAI una risposta, che sembra sensata e di facile interpretazione. Questo è quanto ChatGPT ha risposto alla nostra domanda: “Nel campo delle costruzioni, la parola "tracciamento" può essere utilizzata per descrivere l'attività di segnare o tracciare le linee guida per la costruzione di un edificio o un'infrastruttura. Questo può includere la segnatura di linee per i fondamenti, la posizione delle travi e delle colonne, e la posizione delle pareti e delle finestre. Il tracciamento può essere fatto utilizzando strumenti come teodoliti, livelli e stazioni totali, per garantire che le costruzioni siano allineate e livellate correttamente. Inoltre, durante la costruzione, il tracciamento può essere utilizzato per monitorare l'avanzamento dei lavori e per assicurare che gli edifici siano costruiti secondo i progetti.

Il termine “layout printing” è di fatto un termine in uso nel campo della grafica e della stampa tradizionale, ma è stato preso a prestito da HP per rappresentare ciò che di fatto è in grado di realizzare il loro sistema “SitePrint”.

La concezione di “SitePrint” è quella di disegnare su superfici piane un disegno che deve essere ovviamente predisposto, con un processo che coinvolge la tecnologia topografica delle stazioni totali. Su questo aspetto di compatibilità, l’utente può verificare nelle relative FAQ, che le stazioni totali delle primarie aziende del settore come TRIMBLE, LEICA e TOPCON, vengono date per compatibili con il sistema di guida. In effetti, il mercato del “layout printing” è veramente esteso, se già solo si pensa al numero di attività nel campo delle costruzioni, e anche e soprattutto degli impianti fieristici, o di ogni ambiente che va arredato secondo progetti che non sempre sono semplici o lineari, e che il più delle volte richiedono misure e tracciamenti affidati ad un tecnico topografo, si capisce come mai una delle aziende primarie nel campo della stampa tecnica e del plotting nello specifico, abbia investito su un prodotto come il SitePrint.

Al di là del sistema HP SitePrint, che rappresenta una eccezione, è anche un prodotto che difficilmente potrà operare in ambienti ostili, tutti gli altri sistemi che presentiamo in Tab.1, si somigliano in parte almeno nella tecnologia, ma le differenze sono soprattutto anche nelle potenzialità. Terreno mosso o pavimenti in cemento, prato erboso o sabbia?

Fig.1 - Nell’immagine i plus e le funzionalità di HP SitePrint.
Tab.1 - Tabella di sintesi dei sistemi robotici orientati al tracciamento sul terreno di layout costruttivi, disegni e tracciamenti geo-topografici in ambienti indoor e outdoor.

Layout Printing (LP): le applicazioni in campo civile e professionale

Le applicazioni a cui si prestano i sistemi di Layout Printing (LP) sono infinite, sia in campo civile che in quello professionale. Non parliamo del solo settore della geomatica e dell’edilizia, dove diamo per scontato che pian piano i sistemi di LP entreranno nell’uso comune, o quanto meno diventeranno uno dei servizi che gli studi tecnici potranno offrire al cliente, tanto nei Cantieri Stradali, tanto in quelli edili, tanto ancora in campo industriale.

A livello prosumer però, gli stessi sistemi potranno facilitare innanzitutto il mondo dello sport, ma anche i settori dell’asset management variabile come fiere, mall commerciali, aereoporti e molti altri luoghi dove il layout dei selling box deve essere realizzato in breve e bene. Il mondo dei servizi, così come quello del cinema e dello spettacolo non hanno tempo per riportare sul terreno i loro progetti, e con i sistemi LP tutto può diventare più facile.

Rassegna di sistemi robotici per il picchettamento e il Layout Printing

Di seguito una breve rassegna sui sistemi di “tracciamento” automatico, la cui conoscenza e promozione va indietro al 2015 con il primo sistema BeachBoat, che faceva parte di una rassegna sulle tecnologie dei droni, disponibile via Amazon KDP.

[...] Scopri tutti i più innovativi sistemi di "tracciamento" automatico nell'articolo in formato PDF in allegato.

Per scaricare l’articolo devi essere iscritto.

Iscriviti Accedi

Leggi anche