Architettura | Calcestruzzo Armato | Progettazione
Data Pubblicazione:

Modernismo catalano: vita, opere e approccio progettuale del famoso architetto Antoni Gaudì

Definito da Le Corbusier "plasmatore della pietra, del laterizio e del ferro" Antoni Gaudì è l'esponente più illustre del Modernismo Catalano. La vita, le opere più famose e il suo approccio progettuale caratterizzato dall'uso di forme organiche e forti simbolismi religiosi.

L'architettura di Antoni Gaudì: natura, simbolismo e plasticità delle forme geometriche

Antoni Gaudí i Cornet (25 giugno 1852 - 10 giugno 1926) è stato un famoso architetto, considerato uno dei più grandi esponenti del modernismo catalano. Nato a Reus, in Catalogna, Gaudí ha lasciato un'impronta indelebile sulla città di Barcellona, dove ha trascorso la maggior parte della sua vita e ha realizzato molte delle sue opere più celebri.

Gaudí ha intrapreso gli studi di architettura presso l'Escuela Técnica Superior de Arquitectura di Barcellona dal 1873 al 1877. Durante i suoi anni di formazione, Gaudí ha sviluppato una predilezione per l'architettura gotica e ha iniziato a nutrire un profondo interesse per le influenze naturali, elementi che avrebbero poi caratterizzato in modo distintivo il suo stile unico.

Gaudí si è laureato in architettura nel 1878 e ha iniziato a sviluppare uno stile architettonico unico, caratterizzato da un profondo attaccamento alla natura e da un'ispirazione fortemente religiosa. La sua opera è spesso associata a forme organiche, colori vibranti, e un uso creativo di materiali come la ceramica, il ferro battuto e la pietra.

Gaudí non si limitò solo all' architettura , ma si occupò anche di design d'interni, arredi e decorazioni. La sua vita e la sua carriera furono troncate tragicamente a Barcellona nel 1926. 

LEGGI ANCHE:  Ceramica stampata in 3D: piastrelle e mattoni smaltati in facciata della "Ceramic House" di Amsterdam
L'ultimo progetto dello studio olandese Studio RAP che ha utilizzato la tecnologia di stampa 3D su misura per trasformare la facciata di una boutique della PC Hooftstraat di Amsterdam. La facciata originale è stata replicata attraverso piastrelle di ceramica e mattoni poi smaltati in un connubio di artigianalità e innovazione.

"Plasmatore della pietra, del laterizio e del ferro"

La definizione di Le Corbusier per Antoni Gaudì comprende il concetto di "plasmatore della pietra, del laterizio e del ferro". Gaudì incarna in modo emblematico il percorso del Modernismo Catalano, una versione regionale dell'Art Nouveau europeo. Il suo stile, difficile da classificare, viene talvolta descritto come un amalgama di motivi tardo barocchi, elementi neogotici e Art Nouveau.

In contrasto con le decorazioni moderniste, floreali o secessioniste che tendono all'armonia figurativa, naturalistica o geometrica, Gaudì dà vita a organismi deformi e ritorti, così come a superfici scabre, frammentate, cave, rugose e crepate. Questi elementi assumono per lui un significato profondo, riflettendo sulla deperibilità della materia e sulla morte, in connessione con la sua religiosità quasi mistica. Pur basando la sua architettura su una solida struttura, Gaudì elabora forme straordinarie, dimostrando maestria nell'uso di diversi materiali come il mattone, la pietra, la ceramica, il vetro e il ferro, sfruttandone appieno le potenzialità espressive.

Gaudí ha basato gran parte del suo lavoro sulla sua profonda connessione con la natura. Le forme organiche, le curve sinuose e gli elementi naturali sono ricorrenti nelle sue opere, riflettendo la sua convinzione che l'architettura dovrebbe imitare la perfezione della natura.Ha introdotto nuovi concetti e tecniche, anticipando persino lo sviluppo di movimenti artistici successivi come il surrealismo.

Il suo stile è così peculiare che è difficile classificarlo in modo convenzionale. Gaudí ha fuso elementi tardo barocchi, neogotici e Art Nouveau, creando uno stile inclassificabile e unico.

LEGGI ANCHE:  Alvar Aalto, maestro del Modernismo e pioniere dell'architettura organica europea
Biografia, opere e il pensiero del progettista finlandese, uno dei maestri dell'architettura del XX secolo.

 

Facciata di Casa Batllò, Barcellona.
Facciata di Casa Batllò, Barcellona. (crediti immagine: Nadine Venturi)

      

I materiali utilizzati

I materiali maggiormente utilizzati nelle architetture di Gaudì sono:

  • Cemento Armato: è stato uno dei primi architetti a utilizzare il cemento armato in modo significativo. 
  • Maioliche e Ceramica: I mosaici di ceramica e le maioliche sono elementi distintivi delle opere di Gaudí. Casa Batlló e Parco Güell presentano vivaci e intricati mosaici colorati, contribuendo a creare atmosfere vivaci e fantasiose.
  • Ferro Battuto: l'architetto ha impiegato il ferro battuto in molte delle sue opere, creando balconi, recinzioni e dettagli architettonici unici. 
  • La pietra calcarea scolpita per creare motivi ispirati alla natura, come onde e forme vegetali.

 

Facciata Casa Milà, la Pedrera, Barcellona.
Facciata Casa Milà, la Pedrera, Barcellona. (crediti immagine: Nadine Venturi)

  

Simbolismo e Spiritualità

Chi cerca le leggi della natura per conformare ad esse opere nuove, collabora con il Creatore.

Profondamente religioso, Gaudí ha introdotto elementi di simbolismo cristiano nelle sue opere, in particolare nella Sagrada Família. L'architettura, secondo Gaudì, rappresentava lo strumento per creare una connessione fra uomo e Dio.

Le facciate rappresentano la Nascita, la Morte e la Resurrezione di Cristo, mentre le torri simboleggiano apostoli, evangelisti e la Vergine Maria. Gaudí ha incorporato elementi che riflettono sulla caducità della materia e sulla morte nelle sue opere, unendo la sua architettura alla sua spiritualità in modo quasi mistico.

 

Vista esterna Sagrada Familia, Barcellona.
Vista esterna Sagrada Familia, Barcellona. (crediti immagine: Nadine Venturi)

 

Dopo più di un secolo di attesa, i lavori di finalizzazione della Sagrada Familia stanno finalmente avvicinandosi al termine. L'orizzonte del 2026 si presenta come la data prevista per il completamento della sesta e ultima torre centrale, segnando la fine di un cantiere durato ben 144 anni.

Le più recenti aggiunte segnano un notevole passo avanti verso il compimento dell'opera: è stata finalmente installata la scultura mancante sulla torre dedicata all'Evangelista Matteo. Inoltre, la torre dedicata a Giovanni Evangelista ha raggiunto la sua conclusione con l'inclusione di una statua raffigurante un'aquila, arricchendo ulteriormente la magnificenza dell'intera struttura.

      

Collaborazioni

Antoni Gaudí ha lavorato in diverse collaborazioni con altri architetti durante la sua carriera. Una delle partnership più significative è stata quella con Josep Maria Jujol, un architetto e artista catalano. Jujol ha contribuito in modo significativo a diversi progetti di Gaudí, inclusi la Sagrada Família e il Parc Güell.

In particolare, Jujol ha apportato il suo talento artistico e la sua creatività alla decorazione architettonica e agli elementi ornamentali dei progetti. La loro collaborazione ha portato a risultati straordinari, con dettagli intricati e innovazioni artistiche che sono diventati caratteristiche distintive delle opere di Gaudí.

Un altro esempio di collaborazione è stata con l'architetto Francesc Berenguer. Berenguer ha lavorato su diversi progetti insieme a all'architetto, tra cui la Casa Milà (La Pedrera) e la Cripta della Colonia Güell. La loro collaborazione ha contribuito all'evoluzione di uno stile architettonico unico che incorporava elementi modernisti e naturalistici.

 

Le opere più significative

Le opere più significative di Gaudì sono:

  • Nel caso della Casa Milà (La Pedrera-cava di pietra),per via delle superfici esterne rivestite con sottili lastre di pietra calcarea facilmente modellabile. L' edificio ricorda una grotta anche perché è costituito da grandi blocchi di roccia calcarea del vicino massiccio del Garraf, situato nel Parco Naturale del Garraf a sud di Barcellona, ​​vicino alla località balneare di Sitges. Porte e balconi sono realizzati in ferro battuto, mentre il vetro armato caratterizza le pavimentazioni dei balconi. La forma curva naturale prevale sia nella facciata che negli interni e nei mobili, con corpi aggettanti realizzati in cemento armato, inclusi comignoli dal carattere surreale e fantastico.
  • Casa Batlló (1907) rappresenta un intervento di ristrutturazione di Gaudì sul celebre Passeig de Gracia a Barcellona. Gaudì integra corpi aggettanti dal design zoomorfo-fantastico nella parte bassa della facciata, richiamando motivi ossei tipici dell'Art Nouveau e del gotico. Nella parte alta, crea effetti luminescenti con maioliche frammentate di diverse dimensioni e forme, mentre il tetto assume una forma zoomorfo-fantastica simile al dorso di un drago, utilizzando maioliche intere di origine artigianale.
  • Il Parco Güell (1900-1914), riconosciuto come Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, inizialmente progettato come città giardino, oggi funge da parco pubblico. Gaudì, fedele al suo stile, conserva l'andamento naturale del terreno, creando un'opera sinuosa che si integra e riproduce la natura. L'uso di ceramiche variopinte e pezzi di vetro come tessere di mosaici colorati, insieme alle sculture in cemento, contribuisce a un universo di animali fantastici, seguendo il concetto di Pittoresco.
  • La Sagrada Familia, progetto cui Gaudì si dedicò negli ultimi 15 anni di vita, racchiude un sistema complesso di simbolismi e illustra visivamente i misteri della fede. Con tre facciate che rappresentano la Nascita, la Morte e la Resurrezione di Cristo, 18 torri simboleggianti gli apostoli, gli evangelisti, la Vergine Maria e Cristo, e cappelle che rappresentano sacramenti e virtù, la struttura è un capolavoro architettonico. Gaudì, dirigendo personalmente i lavori, diede vita a una cripta neogotica, all'edificio dell'abside e alla magnifica facciata orientale della Natività, con pinnacoli e torri ornamentati da mosaici vetrosi veneziani. Solo una delle quattro torri della facciata  della Natività fu completata prima della morte di Gaudì, ma i lavori furono successivamente ripresi nel 1952, basandosi su disegni e bozzetti esistenti.

 

Forma particolare dei comignoli di Casa Batllò.
Forma particolare dei comignoli di Casa Batllò. (Stefano Vigorelli (fonte: Wikipedia))

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Coperture: impatto architettonico dei comignoli e progettazione del nodo di intersezione tra comignolo e falda

 

Gaudì e il suo arredo dalle linee fluide

Antoni Gaudì, l'acclamato architetto catalano, non si limitava solo a progettare edifici straordinari, ma estendeva la sua visione artistica anche agli arredi. La sua genialità si rifletteva nei dettagli unici e fantasiosi presenti negli oggetti di arredamento che creava.

Gaudì spesso progettava mobili che si integravano armoniosamente con l'architettura degli edifici per i quali lavorava. I suoi arredi erano caratterizzati da linee fluide, curve organiche e l'uso innovativo dei materiali. Legno scolpito, ferro battuto e ceramiche erano spesso parte integrante dei suoi mobili, creando pezzi unici e distintivi.

Un esempio notevole è la sedia "Gaudí Chair", progettata per la Casa Batlló a Barcellona. Caratterizzata da linee sinuose e ispirazioni naturali, questa sedia riflette l'estetica unica di Gaudì. Anche lampade e complementi d'arredo come vasi e specchi portavano la firma distintiva dell'architetto, con dettagli che richiamavano la natura e l'artigianato artigianale.

Immagini

crediti immagine: Nadine Venturi

Parc Guell, Barcellona

crediti immagine: Nadine Venturi

Casa Milà, la Pedrera, Barcellona.

Tim Adams (fonte: Wikipedia)

Interni di Casa Batlò a Barcellona.

Architettura

L'architettura moderna combina design innovativo e sostenibilità, mirando a edifici ecocompatibili e spazi funzionali. Con l'adozione di tecnologie avanzate e materiali sostenibili, gli architetti moderni creano soluzioni che affrontano l'urbanizzazione e il cambiamento climatico. L'enfasi è su edifici intelligenti e resilienza urbana, garantendo che ogni struttura contribuisca positivamente all'ambiente e alla società, riflettendo la cultura e migliorando la qualità della vita urbana.

Scopri di più

Calcestruzzo Armato

Aggiornamenti e approfondimenti sull'evoluzione dei materiali a base cementizia, normative pertinenti, utilizzi innovativi, sviluppi tecnici e opinioni di esperti.

Scopri di più

Progettazione

News e approfondimenti riguardanti il tema della progettazione in architettura e ingegneria: gli strumenti di rilievo, di modellazione, di calcolo...

Scopri di più

Leggi anche