Concorsi di progettazione | Rigenerazione Urbana
Data Pubblicazione:

Riqualificazione e recupero funzionale dell'Area ex Cerusa di Masone (GE): al via il concorso di idee

Al via il concorso di idee a procedura aperta in una sola fase per il recupero funzionale, la ricucitura del tessuto urbano, la riqualificazione architettonica e il recupero dello spazio chiamato “Area ex Cerusa” di Masone della città metropolitana di Genova. Scadenza per iscriversi fissata al 27 febbraio 2024. Il bando è in fondo all'articolo nella sezione Allegati.

Riqualificazione dell’Area Ex Cerusa e zone adiacenti in Masone (GE): nuovo fulcro per la comunità

Il comune di Masone (GE) bandisce un Concorso di idee per la Riqualificazione dell’Area Ex Cerusa e zone adiacenti in Masone.

L'obiettivo primario dell'Amministrazione attraverso questo Concorso è definire gli obiettivi di recupero funzionale, di riconnessione del tessuto urbano, di miglioramento architettonico e di valorizzazione dello spazio aperto nominato "Area ex Cerusa". Ciò include anche tutte le aree circostanti, con l'obiettivo di creare un nuovo equilibrio tra il "paese antico" sulla collina e la zona urbana di fine Ottocento, sviluppatasi in seguito all'apertura della strada Provinciale del Turchino. Al contempo, si mira a instaurare un nuovo e armonioso rapporto tra questi due contesti.

L'area, precedentemente e attualmente noto agli abitanti di Masone come "Frera" o "Ferriera", fa chiari riferimenti all'antica presenza di un'attività siderurgica pre-industriale che ha influenzato lo sviluppo economico, sociale e anche urbanistico del paese per secoli. Nelle prospettive dell'Amministrazione, questa zona dovrebbe trasformarsi nella Piazza del "Nuovo Centro", un punto centrale dove la comunità di Masone possa riunirsi e confluire. La visione è quella di creare un fulcro unificante per la comunità, distinguendolo dalla storica connotazione industriale della zona.
 

LEGGI ANCHE: Rigenerazione urbana a Torino: il concorso di progettazione per il nuovo Polo Culturale nell'Ex Manifattura Tabacchi
Al via il concorso di progettazione in due fasi promosso dall'Agenzia del Demanio per realizzare un Polo Universitario e un Polo Archivistico negli spazi recuperati della ex Manifattura Tabacchi Il termine per la presentazione delle proposte progettuali e dei documenti amministrativi relativi alla prima fase è il 16 gennaio 2024.

Chi può partecipare

Il concorso, aperto agli Architetti e agli Ingegneri, è articolato in unico grado in forma anonima.

Per registrarsi al concorso è possibile accedere al sito Concorrimi dove il concorrente avrà accesso mediante registrazione e potrà scaricare il materiale necessario alla partecipazione, formulare quesiti, consultare l'apposita pagina "news" e consegnare mediante caricamento gli elaborati delle proposte progettuali sia del primo che della seconda fase.
 

Scadenze e calendario 

Termine ultimo per la ricezione delle proposte ideative: 27 febbraio 2024
Entro il 03.04.2024 lettura della graduatoria e proclamazione del vincitore a conclusione dei lavori della Commissione giudicatrice.
 

Gli elaborati richiesti

Gli elaborati richiesti dal concorso sono:

  • Relazione illustrativa e tecnica contenuta in un numero massimo di 3.500 caratteri per facciate, spazi inclusi, in formato UNI A4 su file PDF orientata in senso verticale, per un totale di 10 facciate che illustri i criteri guida, anche attraverso schemi e immagini, delle scelte progettuali in relazione agli obiettivi previsti dal Bando, dal D.I.P. e alle caratteristiche dell'intervento; La Relazione potrà contenere anche un prospetto sommario dei costi per lo sviluppo delle successive fasi di progettazione nonché motivazioni a riguardo della eventuale suddivisione dell’intervento in lotti diversi.
  • n. 2. Elaborati grafici in formato UNI A1, contenenti la rappresentazione dell'idea progettuale, mediante schemi planimetrici, prospetti e sezioni in scala adeguata alla rappresentazione architettonica e  di inquadramento, schemi funzionali e rappresentazioni tridimensionali delle volumetrie esterne nel numero massimo di due.
    Nello specifico gli elaborati grafici potranno avere la proposta di rifunzionalizzazione e sistemazione dell’area in progetto, con evidenziazione delle relazioni spaziali e funzionali della stessa rispetto al territorio comunale ed individuazione dei temi di riqualificazione e rigenerazione urbana proposti dal concorrente; ipotesi di connessione delle aree nell’ambito di intervento con il tessuto urbano circostante; schemi distributivi dei percorsi ciclabili e pedonali che illustrino le soluzioni di superamento delle barriere architettoniche; proposta di intervento a livello di masterplan dell’area ex Cerusa, consistente in planimetrie della piazza e delle aree contermini (individuare area di intervento in scala 1:200), nella quale vengono approfonditi ed evidenziati i temi di riqualificazione e rigenerazione proposti dal concorrente, Prospetti e/o sezioni dello stato di progetto ed in particolare dei nuovi elementi costituenti la proposta ideativa; Schema di sostenibilità ambientale dei nuovi elementi costituenti la proposta ideativa; proposte di durabilità dei materiali e rispetto dei CAM.

 

Montepremi

Il concorso prevede un montepremi così suddiviso:

  • primo classificato: € 12.000,00 (al netto di IVA e ogni altro onere di legge)
  • secondo classificato: € 4.000,00 (al netto di IVA e ogni altro onere di legge).
  • terzo classificato:  2.000,00 (al netto di IVA e ogni altro onere di legge).

ISCRIVITI AL CONCORSO

Fonte: Concorrimi

Concorsi di progettazione

Con il Topic “Concorsi di Progettazione” raccogliamo tutti i Concorsi pubblicati su Ingenio. All’interno di questa area anche i concorsi di idee.

Scopri di più

Rigenerazione Urbana

News e approfondimenti relativi alla rigenerazione urbana: i concorsi e i progetti, l’analisi di casi concreti, l’innovazione digitale, le norme e gli strumenti finanziari, i dati del mercato immobiliare, i pareri degli esperti.

Scopri di più

Allegati

Leggi anche