All'Enea di Portici si presenta "Cresco6", il più potente supercomputer in funzione al Sud

enea_centro-di-portici.jpgIl suo nome è già di buon auspicio: si chiama CRESCO6 ed è l'infrastruttura di calcolo più potente del Sud Italia e tra le prime nel panorama scientifico nazionale.
Cresco6 è stata messa a punto da Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile) che la svelerà al pubblico mercoledì 30 maggio.
Appuntamento dalle ore 9.30 alle 13, nel Centro Ricerche Enea di Portici, piazzale Enrico Fermi 1.
Un supercomputer, Cresco6 (l’acronimo sta per Centro computazionale di Ricerca sui Sistemi Complessi), che rappresenterà un supporto tanto per la ricerca pura, quanto per la ricerca applicata: sarà infatti a disposizione di organizzazioni di ricerca e imprese ad alto contenuto tecnologico in molti settori. Per esempio lo studio dei cambiamenti climatici, le previsioni dell’inquinamento atmosferico e lo sviluppo di nuovi materiali per la produzione di energia rinnovabile, per esempio la messa a punto di nuovi materiali per il fotovoltaico.
Il supercomputer è il frutto di una partnership tra ENEA e CINECA (Consorzio Interuniversitario per il calcolo automatico senza scopo di lucro formato da 67 Università* italiane, 9 Enti di Ricerca Nazionali, 1 Policlinico e il MIUR) finalizzata alla fornitura di servizi di supercalcolo e di immagazzinamento dati a EUROFUSION (il Consorzio Europeo per lo Sviluppo dell’Energia da Fusione).
La nuova macchina CRESCO6 offre una potenza computazionale di circa 700 TeraFLOPS e andrà ad affiancarsi ai suoi "fratelli maggiori": i supercalcolatori CRESCO4 (100 TeraFLOPS) e CRESCO5 (25 TeraFLOPS), già installati ed operativi da tempo. sempre nel centro Enea di Portici.
La macchina sarà dunque di supporto alle attività di Ricerca e Sviluppo nei settori istituzionali dell’Agenzia ENEA, così come nelle collaborazioni con enti nazionali ed internazionali e con il sistema produttivo italiano e meridionale in particolare.
Alla presentazione interverrà il "guru" Jack Dongarra, docente dell’Università del Tennessee, tra i maggiori esperti mondiali di supercalcolo.
Il programma dell'’evento prevede un workshop con interventi di taglio sia istituzionale che tecnico, al quale seguirà una visita guidata al Centro di Calcolo ENEA di Portici.