EXPO EMERGENZE 2018: a 132 INGEGNERI di PERUGIA un ATTESTATO di BENEMERENZA

EXPO EMERGENZE 2018 – A 132 INGEGNERI DI PERUGIA UN ATTESTATO DI  BENEMERENZA PER L’ATTIVITÀ SVOLTA NELL’EMERGENZA SISMA DEL 2016 

La consegna durante i seminari formativi dedicati alla pianificazione dell’emergenza e all’evoluzione della Sezione Operativa IPE di Perugia

expo emergenze umbria con ingegneri

Sono stati 132 gli ingegneri iscritti all’Ordine degli Ingegneri di Perugia  che nell’ambito di Expo Emergenze 2018  hanno ricevuto un attestato di benemerenza per l’attività di volontariato svolta durante l’emergenza sisma del 2016 nel Centro Italia.

L’iniziativa svoltasi sabato 17 novembre al Centro Fiere Maschiella di Bastia Umbra rientra nei seminari formati promossi per l’intera giornata dall’IPE - ASSOCIAZIONE NAZIONALE INGEGNERI PER LA PREVENZIONE E LE EMERGENZE in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Perugia e con il contributo della Regione Umbria e della Protezione Civile Regione Umbria.

Expo Emergenze: iniziative e seminari

Expo Emergenze, la rassegna biennale nazionale dedicata al mondo della sicurezza e dell’emergenza firmata Epta Confcommercio Umbria, in questa edizione ha  infatti previsto una sezione speciale dedicata al terremoto; la manifestazione attraverso eventi, convegni, esercitazioni, esposizioni e sessioni formative, ha voluto contribuire in modo concreto alla diffusione della cultura e della prevenzione del rischio ed essere un’occasione di crescita per la Protezione Civile, le Istituzioni, i Professionisti del Soccorso e i Cittadini.

I seminari formativi promossi dall’IPE in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Perugia, hanno permesso di fare il punto sui diversi aspetti che riguardano l’emergenza e, in particolare, sulla Sezione Operativa IPE di Perugia.

Stefano Mancini ad Expo emergenzeLa mattinata è stata  dedicata alla Pianificazione dell’emergenza; dopo i saluti istituzionali del presidente dell’Ordine Stefano Mancini, sono seguiti gli approfondimenti tecnici su temi come la Pianificazione dell’emergenza in contesto nazionale (Luigi D’Angelo, Dipartimento Protezione Civile nazionale ), regionale e comunale.

Si è parlato anche del nuovo Corso di Laurea Magistrale in Protezione e Sicurezza del Territorio e del Costruito (Vincenzo Pane, UniPG),  del  rischio idraulico  (Piergiorgio Manciola, Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, UniPG), della valutazione dei rischi e misure di prevenzione (Antonio Borri - Dipartimento di Ingegneria, UniPG) e della pianificazione dal punto di vista dei Vigili del Fuoco (Giuseppe Romano, Dirigente centrale emergenza e soccorso tecnico del Dipartimento Vigili del fuoco). 

La mattinata si è  conclusa con una tavola rotonda moderata da Franco Pasargiklian, direttore della rivista “La Protezione Civile”, a cui hanno partecipato Roberto Giarola, direttore ufficio volontariato Dipartimento P.C., Alfiero Moretti, direttore Governo del territorio e Ufficio Ricostruzione Regione Umbria e Gianluca Spoletini, vicepresidente Ordine Ingegneri Perugia.

Nel pomeriggio, a partire dalle ore 15, la discussione si è spostata sull’evoluzione della Sezione Operativa IPE di Perugia; dopo i saluti del  vice presidente Ordine ingegneri Provincia di Perugia e la premiazione degli ingegneri volontari nell’emergenza Sisma 2016 Centro Italia l’attenzione si concentrata sul comportamento delle strutture sotto sisma (Alessandro De Maria, Regione Umbria) e sulla Gestione tecnica dell’emergenza Sismica 1   (Vincenzo Albanese (DPC) e dell’emergenza Sismica 2 (Patrizia Angeli, Presidente IPE). 

E’ seguito un intervento sul tema del volontariato nelle attività di prevenzione nuovo codice (Massimo La Pietra, Dirigente Ufficio volontariato Dipartimento PC ) e sulla Sezione Operativa IPE di Perugia (Giuseppe De Mase responsabile SO IPE Perugia).

L’evento è stato propedeutico all’inserimento volontario nella Sezione IPE dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Perugia (corso di Primo Livello ai sensi del regolamento IPE) ma non ha fornito l’abilitazione AEDES; la partecipazione a ciascun seminario ha dato diritto a crediti formativi.

Nel corso del pomeriggio il direttore dell’ufficio volontariato del Dipartimento nazionale di Protezione civile Roberto Giarola ha assegnato ad alcune associazioni di volontariato partecipanti premi offerti dalla organizzazione EXPO: all’associazione più numerosa  un modulo antincendio, all’associazione venuta da più lontano un defibrillatore, al volontario più anziano una ricetrasmittente Motorola e al volontario più giovane una ricetrasmittente Motorola.