Tecnologie digitali per le costruzioni: un nuovo corso di laurea triennale professionalizzante alla Federico II

politecnico-federiciano-quadrato.jpg
Si arricchisce l'offerta didattica dell'Università Federico II di Napoli con un nuovo Corso di Laurea Triennale Professionalizzante, nella Classe L7: Tecnologie Digitali per le Costruzioni. "Il Mondo dell'Ingegneria Civile - spiega il Presidente dell'Ordine degli Ingegneri di Napoli Edoardo Cosenza - visto dal punto di vista delle Tecnologie Digitali. Un progetto unico e moderno". Si tratta infatti di un percorso didattico studiato per avvicinare rapidamente i giovani al mondo del lavoro e con numerosi contenuti applicativi, che affiancano i tradizionali insegnamenti teorici. Previsti, inoltre, tirocini in aziende e studi professionali. Il corso - attivato al Dipartimento di Strutture per l’Ingegneria e l’Architettura dell'Ateneo Federiciano - è a numero chiuso. E' stato pubblicato il bando per l’accesso
(scaricabile QUI ): 50 gli ammessi al primo anno, con selezione sulla base del TOLC-I. In caso di parità, prevarrà il voto di diploma. La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere presentata, esclusivamente tramite procedura telematica sul sito web di Ateneo, entro le ore 12 di venerdì 25 settembre 2020.

Il settore delle costruzioni sta vivendo una significativa trasformazione dei propri processi e delle proprie attività, dovuta all’introduzione di numerose tecnologie digitali che determinano nuove modalità di lavoro. BIM, droni, sistemi di intelligenza artificiale, robot per l’automazione della produzione, realtà virtuale, realtà aumentata, sono alcune delle tecnologie che già ora e sempre più in futuro supporteranno le costruzioni.
Nei prossimi anni la digitalizzazione dei processi sarà sempre più diffusa e quindi ci sarà spazio per nuove figure professionali, chiamate a svolgere funzioni operative essenziali nelle diverse filiere del settore, dalla progettazione, alla costruzione, alla gestione delle opere e del territorio. In questo scenario si inserisce il corso universitario triennale in Tecnologie digitali per le costruzioni.

OPPORTUNITA' DI LAVORO PER NUOVE FIGURE PROFESSIONALI
La nuova Laurea triennale professionalizzante formerà quindi una figura nuova, che avrà importanti opportunità lavorative nel futuro delle costruzioni. I laureati rappresenteranno una evoluzione della figura del geometra, necessaria anche in virtù del futuro inquadramento normativo, con elevate competenze nell’utilizzo delle tecnologie digitali nelle costruzioni. Il corso di laurea avrà una impostazione diversa dai tradizionali corsi di Ingegneria Civile.
Il terzo anno prevede infatti un periodo lungo di tirocinio (circa 6 mesi) in aziende e studi professionali, che consentirà agli studenti di avere contatto con il mondo del lavoro già prima della laurea.
Gli insegnamenti avranno una importante fase di laboratorio in cui mettere in pratica le conoscenze che vengono acquisite.
Già dal primo anno, inoltre, ci sarà spazio per gli insegnamenti più operativi ed anche gli insegnamenti di base (per esempio matematica e fisica) saranno comunque sviluppati per fornire le conoscenze necessarie a sviluppare le competenze negli insegnamenti più applicativi.

GLI INSEGNAMENTI DEI TRE ANNI DI CORSO
Nelle schede che seguono sono illustrati, anno per anno, gli insegnamenti previsti per i tre anni del percorso didattico.
laurea-triennale-corso-1.jpg
laurea-triennale-corso-2.jpg
laurea-triennale-corso-3.jpg
LE INFORMAZIONI E LE FAQ SUL CORSO

Per approfondire il percorso didattico, nei suoi contenuti e nelle sue potenzialità è disponibile un documento informativo - consultabile integralmente a questo LINK  - con una serie di FAQ (domande e risposte frequenti) che Ingenio Napoli riporta qui di seguito.

Che tipo di laurea è?
Si tratta di una laurea triennale ad orientamento professionalizzante nella classe delle lauree di Ingegneria Civile. Si tratta quindi di una laurea triennale, che determina tutti gli effetti di legge di una laurea triennale classica.

Che cosa significa ad orientamento professionalizzante?
Nella costruzione del percorso di laurea è stato possibile sfruttare delle maggiori flessibilità offerte dalla normativa in materia, il cui scopo è dare al corso di laurea la capacità di avvicinare gli studenti con più efficacia al mondo del lavoro, trasferendo contenuti che consentono di acquisire competenze operative. In particolare, il corso di laurea ha meno CFU di una classica laurea in ingegneria civile nelle materie di base (matematica, fisica, e così via) e soprattutto prevede ben 50 CFU da acquisire attraverso tirocini condotti in aziende e studi professionali.

E’ quindi una laurea in ingegneria civile?
Sì, è a tutti gli effetti di legge una laurea in ingegneria civile.

Consente di accedere all’esame di stato per la professione di ingegnere junior?
Sì, come tutte le lauree triennali nella classe di Ingegneria Civile, consente di sostenere l’esame di abilitazione alla professione di ingegnere junior e, una volta superato, di iscriversi alla sezione B degli Ordini degli Ingegneri.

Consente di accedere all’esame di Stato per la professione di geometra?
Sì, come tutte le lauree triennali nella classe di Ingegneria Civile, consente di sostenere anche l’esame di abilitazione alla professione di geometra, acquisendo il titolo di Geometra Laureato e, una volta superato l’esame, di iscriversi ai Collegi dei Geometri.

In che termini si modificherà il quadro normativo nei prossimi anni?
Presso il Ministero dell’Università e della Ricerca è in corso l’iter per l’approvazione di un DM che istituirà una nuova classe di lauree, alla quale apparterranno le lauree professionalizzanti nell’area dell’Ingegneria Civile e dell’Architettura. A valle di ciò, negli anni successivi, gli studenti che si iscriveranno al primo anno del corso di laurea in Tecnologie Digitali per le Costruzioni non conseguiranno più una laurea in Ingegneria Civile, ma la laurea si inserirà nella nuova classe di lauree; questi studenti quindi non potranno più sostenere l’esame di stato per la professione di ingegnere junior, ma solo quello per la professione di geometra.
ATTENZIONE: Gli iscritti di quest’anno non potranno però essere toccati da questa modifica normativa perché il loro corso di studi non potrà cambiare classe e rimarrà in quella di Ingegneria Civile, Essi conseguiranno quindi il titolo così come previsto ora, potendo sostenere anche l’esame di Stato per la professione di ingegnere junior. Ci si aspetta inoltre che nei prossimi anni intervenga un nuovo quadro normativo relativo all’esame di Stato per la professione di geometra, che obblighi al conseguimento di una laurea triennale per poter accedere a quest’esame. Pertanto, un percorso come questo del corso di laurea in Tecnologie Digitali per le Costruzioni rappresenterà l’unico canale per poter accedere alla professione di geometra, non essendo più sufficiente il diploma superiore.

E’ possibile iscriversi solo se si è in possesso del diploma di geometra?
No, vi si può iscrivere avendo qualsiasi diploma superiore.

E’ a numero chiuso?
Si è a numero chiuso. Ogni anno vi accedono al più 50 studenti.

Cosa sono i test di ingresso?
Si tratta dei test TOLC-I erogati dal Cisia e che possono essere sostenuti online, sul sito internet www.cisiaonline.it. Prevedono quiz a risposta multipla in materie di base (fisica, matematica, e così via). Può essere scelta qualsiasi sessione disponibile, entro la data di scadenza del bando, anche di sedi universitarie diverse dalla Federico II. Sono validi anche test già sostenuti negli anni precedenti; i termini di validità sono precisati nel bando.

Dove trovo il bando?
Il bando è disponibile a questo LINK

Dove si terranno i tirocini?
I tirocini avranno la durata di circa 6 mesi e si terranno presso studi professionali ed imprese del settore delle costruzioni.

Che cosa è il placement?
Si tratta di numerose iniziative che l’università attiva per i propri laureandi e laureati per avvicinarli ad opportunità di lavoro. Nel caso di lauree professionalizzanti quest’attività sarà particolarmente significativa perché l’università avrà l’obbligo di dimostrare che i laureati riescono ad entrare nel mondo del lavoro in tempi molto rapidi. In primis, quest’attività verrà svolta con le aziende e con gli studi professionali che ospiteranno gli studenti durante il tirocinio.

Di seguito proponiamo il tutorial video con la registrazione del seminario di orientamento al nuovo corso di laurea organizzato on line il 19 maggio 2020.
Per ricevere ulteriori informazioni è possibile anche inviare un messaggio di posta elettronica ai seguenti recapiti: domenico.asprone@unina.it oppure didattica.dist@unina.it .

---------
Segui ogni giorno l'Ordine degli Ingegneri di Napoli e le sue attività anche: