"Uniti nel cuore": 600 partecipanti alla serata di solidarietà promossa a Napoli da imprenditori e professionisti

Ufficio Stampa e Comunicazione Ordine Ingegneri Napoli 24/12/2018 632

uniti-nel-cuore--ribalta.jpg
Oltre 600 i partecipanti al Teatro Posillipo per la quinta edizione del gala di beneficenza di Natale “Uniti nel cuore”, promosso nella serata di giovedì 20 dicembre dai Giovani industriali di Napoli (presieduti dall'ingegner Vittorio Ciotola) insieme con gli under 40 delle altre associazioni e organismi imprenditoriali e professionali di Napoli.
Il gala di beneficenza nasce nel 2014 con l’obiettivo di aiutare giovani in difficoltà e in condizioni di salute o economiche disagiate.
Al Teatro Posillipo, dunque, una serata prenatalizia nel segno del divertimento e del piacere di stare insieme, ma anche della solidarietà e dell'impegno sociale per i meno fortunati.   
I fondi raccolti quest’anno sono stati devoluti alle Onlus “Avep” (presieduta da Francesco Orefice: opera a sostegno del Reparto di Ematologia della Fondazione Pascale) e “Arti & Mestieri” (fondata dal magistrato Catello Maresca: si occupa di formazione, orientamento e ricerca-intervento nel campo sociale).
Orefice e Maresca hanno illustrato l’attività delle due Onlus, accompagnati sul palco del Teatro Posillipo dai rappresentanti delle associazioni che hanno promosso l’iniziativa e cioè il Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Napoli, Vittorio Ciotola; il Presidente del Gruppo Giovani Acen, Umberto Vitiello; il Presidente nazionale Giovani Federgrossisti Confcommercio, Senofonte Demitry; la Presidente Aiga (giovani avvocati) Napoli, Ilaria Imparato; la Presidente Unione giovani dottori commercialisti, Maria Caputo; il Presidente Giovani Confapi, Raffaele Marrone; il Presidente Asign (giovani notai) Ludovico Capuano con Veronica de' Casamassimi; il Consigliere dell'Ordine degli Ingegneri di Napoli, Vittorio Piccolo con il collega Consigliere Ettore Nardi; il Presidente dell'Agifar (giovani farmacisti) Napoli, Francesco Zaccariello; e ancora il fondatore di “Uniti nel cuore” Gianluigi Barbato che - insieme con Marco Scherillo, Davide Esposito, Antonio Amato, Carla Recupito e Salvatore Marotta - ha organizzato la serata condotta da Enzo Agliardi
il "dress code" della serata prescriveva il colore verde, da anni colore istituzionale che caratterizza la "corporate image" dell'Ordine degli ingegneri di Napoli.
L’evento, nel corso del quale sono stati estratti due premi assegnati da Mario Schiano (biciclette) e Federico Gamardella (per l’Etoiles), è proseguito con un live di Andrea Sannino, lo spettacolo di musica, ballo e coreografie del “nuovo” Teatro Posillipo con la direzione artistica di Mimmo Esposito e infine il dj set di Marco Piccolo.
Fra gli intervenuti, la vice presidente nazionale dei Giovani imprenditori di Confindustria Susanna Moccia, l’assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli Alessandra Clemente, il Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania Ottavio Lucarelli e i Consoli di Ucraina Viktor Hamotsky e di Serbia a Napoli Marcello Lala.