Donne e cultura digitale: l'8 marzo convegno multidisciplinare promosso da Ordine, Fondazione, Cfs, Inail

frontespizio-convegno-8-marzo.jpgLe donne impegnate nelle professioni tecniche celebrano a Napoli l’8 marzo con una conferenza internazionale sul tema “Donne: innovazione e valorizzazione nel campo della cultura digitale”. Appuntamento venerdì 8 marzo 2019, a partire dalle ore 9.30, nell’auditorium del Centro formazione e sicurezza (Cfs Napoli) in via Bianchi.
 La conferenza è organizzata e sostenuta, congiuntamente, dall’Ordine degli ingegneri di Napoli (presieduto da Edoardo Cosenza), dalla Fondazione Ordine Ingegneri Napoli e dal Cfs Napoli (organismi entrambi presieduti dall’ingegner Paola Marone), dall’Inail Campania (rappresentata da Adele Pomponio - Direttore Regionale Vicario INAIL Campania).
Nel convegno si analizzerà il contributo delle applicazioni digitali alla valorizzazione del ruolo femminile nelle professioni e saranno illustrate tecnologie specifiche per la sicurezza sul lavoro mirate per le donne. Sono previste relazioni di professioniste italiane, europee e provenienti da nazioni extra europee e del bacino Mediterraneo per un confronto di esperienze e per focalizzare le opportunità di crescita professionale femminile connesse alla formazione e all’innovazione tecnologica. La conferenza gode del patrocinio del Consiglio nazionale degli ingegneri (presieduto da Armando Zambrano). Parteciperanno esponenti di associazioni internazionali per la valorizzazione delle professioniste e delle imprenditrici, del settore diplomatico e consolare, del mondo accademico. In questo video Paola Marone sintetizza gli obiettivi della manifestazione.




Particolare attenzione verrà dedicata alle applicazioni digitali finalizzate alla sicurezza sul lavoro, con una focalizzazione sulla sicurezza di genere.
Verranno illustrate, fra l’altro, le evoluzioni di un innovativo sistema, il Si.Sca, sviluppato proprio a Napoli negli ultimi anni, che consente di monitorare in tempo reale, mediante sensori radiocollegati, il corretto impiego dei dispositivi di protezione individuale e anche di segnalare incidenti. 

TECNOLOGIE PER LA SICUREZZA "DI GENERE"
Il Si.Sca. nasce da una collaborazione tra Inail direzione regionale Campania, Comitato paritetico territoriale (Cpt, ora Centro formazione e sicurezza-Cfs), Università Federico II e Ordine degli Ingegneri. Si tratta di un sistema flessibile ed espandibile, che può anche essere adattato ad alcune esigenze di protezione civile: ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti internazionali ed è stato anche validato come "buona prassi" dalla Commissione Consultiva Permanente per la Sicurezza sul lavoro.  Di recente Si.Sca. è diventato anche un’app che consente di utilizzare il sistema via bluetooth semplificando le procedure di telecontrollo, migliorandone l’efficienza e riducendone i costi. 
Con queste premesse (funzionalità, efficacia, semplicità e - last but non least - economicità), Si.Sca. si candida a diventare un modello per la sicurezza che potrà essere esteso a numerose altre attività lavorative in ambito euro mediterraneo.

Rivoluzione digitale può significare anche nuove opportunità occupazionali. Infatti, secondo i risultati del sondaggio "Donne e trasformazione digitale: binomio vincente", condotto dalla società di consulenza NetConsulting Cube per conto di CA Tecnologie su un campione di responsabili delle risorse umane e direttori di sistemi informatici di 60 aziende italiane e 225 studenti di alta italiana scuole e istituti professionali, esistono otto professioni legate alla trasformazione digitale e all'innovazione che, nel prossimo futuro, garantiranno le migliori opportunità di lavoro in tutti i settori di mercato.

Queste professioni sono: Responsabile della protezione dei dati, Responsabile delle informazioni digitali, Esperto di sicurezza informatica, Big Data Engineer, Sviluppatore di applicazioni per devices mobili, scienziato dei dati, esperto in “metodologie agili” ed esperto di Internet of Things.

LO SCENARIO ITALIANO
Nelle aziende italiane (e ancor più nella pubblica amministrazione) la presenza di queste figure è ancora limitata e prevalentemente maschile, ma è destinata a crescere rapidamente nei prossimi anni a seguito del processo di trasformazione digitale che sia le aziende che la pubblica amministrazione hanno dovuto affrontare per competere e innovare.

La ricerca citata ha evidenziato il dibattito che si svolge in Italia sul ruolo delle donne nell'innovazione tecnologica e sul valore della cosiddetta formazione in area STEM (= Scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) per l'occupabilità femminile.

Ora la tendenza è di andare oltre, con l’orientamento verso competenze più ampie definite STEAM, ossia Scienza Tecnologia, Ingegneria, Arte, Matematica, tendenza che rafforza l’approccio culturale interdisciplinare. D’altra parte, le nuove aree del digitale delle risorse STEM sono sempre più affiancate da profili professionali umanistici.

I risultati del sondaggio sottolineano anche come sia necessario promuovere più attività di informazione, per guardare a nuovi orizzonti e avere un'ampia visibilità sulle opportunità professionali che la tecnologia può offrire in ogni settore. In parallelo, abbiamo bisogno di una maggiore collaborazione tra il mondo delle professioni, delle aziende e del settore non profit per dare vita a programmi concreti e iniziative, come Distribuisci Your Talents e Programma il Futuro, che incoraggiano le giovani donne ad avvicinarsi con interesse e senza preconcetti alle tematiche STEM. 


"La conferenza organizzata per l'8 marzo - commenta Paola Marone - rappresenta un'occasione di confronto a livello internazionale su come le donne vivono l'innovazione_digitale. Avremo la possibilità di ascoltare storie di donne provenienti da altre nazioni europee ed extra europee dove l'innovazione è ancora più avanzata e consolidata che da noi. Inoltre il convegno prevede anche un momento conviviale, nella pausa pranzo, che consentirà di approfondire la conoscenza tra le partecipanti e creare una rete di rapporti".

Ed ecco il programma dettagliato della manifestazione
DONNE: INNOVAZIONE E VALORIZZAZIONE NEL CAMPO DELLA CULTURA DIGITALE
ORE 9.30 - SALUTI ISTITUZIONALI
Paola Marone - Presidente CFS / Fondazione Ordine Ingegneri Napoli
Giovanni Passaro - Vice Presidente CFS / Segretario Generale Fillea-Cgil
Edoardo Cosenza - Presidente dell'Ordine degli Ingegneri di Napoli
Armando Zambrano - Presidente Consiglio Nazionale degli Ingegneri
Luigi de Magistris - Sindaco della Citta Metropolitana di Napoli
Lucia Fortini - Assessore all’Istruzione della Regione Campania
Sonia Palmeri - Assessore al lavoro della Regione Campania
Vito Grassi - Presidente Unione Industriali Napoli
Leonardo di Mauro - Presidente Ordine Architetti della Provincia di Napoli
Nicola Monda - Segretario generale Engineering Association
 Mediterranean Countries 


Beya Ben Abdelbaki - Console della Repubblica di Tunisia a Napoli
Adele Pomponio - Direttore Regionale Vicario INAIL Campania


Ania Lopez - Consigliera Consiglio Nazionale degli Ingegneri
Barbara Castaldo - Consigliera dell'Ordine degli Ingegneri di Napoli
Simona Ricciardelli - Presidente Consulta Regionale per la condizione della donna
Simonetta Marino - Delegata dComune di Napoli per le Pari Opportunita
Yvette Ramos - Vicepresidente INWES Relazioni esterne, SG INWES Europe
Renata Pelati - Presidente EWMD Italia
Stefania Brancaccio - Chapter Napoli EWMD
Pilar Tozzi - Presidente del Rotary Club Napoli Sud — Ovest
Roberta Vitale - Past President Giovani ANCE
Simona Corrado - Filca-Cisl

ORE 10.30 - RELAZIONI TECNICHE
Donne e innovazione: il gender gap nelle discipline STEM un ostacolo allo sviluppo Rossella Macinante - NET CONSULTING CUBE
La propensione imprenditoriale delle giovani donne: tra innovazione e tradizione Gabriella Ferruzzi – Università degli Studi di Napoli Federico II

ORE 11.30 - TAVOLA ROTONDA
Moderatrice: Sylvia Kegel - Chair of INWES Europe (Germania)

Relazioni:
Marie Brugeaud - The diversity of activities, an asset for women - INWES (Francia)


Rossella Continisio -  Sicurezza di genere - Professionista CONTARP Direzione Regionale Inail Campania *
Roseni Dearden -  Exploring innovation in Digital Culture for inclusive global networking for limited resources and time - Inwes (UK) *
Liliane Dorveaux - How to promote STEM and Digital technologies to young girls - Deputy Director of EPF School of Engineering (Francia)
Lylian Coelho Ferreira - SUEZ Chef de Projets Recyclage &Valorisation (Francia) “BtoW” improving women’s companies in the business market 


Alessia Girtelli - Digital Transformation: loT application for smart building (BMS) - Enginfo consulting srl (Italy) *
Cristina Lunghi  - The GEEIS certification to promote gender in digital - Président Arborus (Francia) *
Imen Makhlouf - Woman leadership in digital era - Vice Presidente ATFI — Tunisia *
Elena Mele - The multifaceted impact of digital innovation on the structural engineering - Universita degli Studi di Napoli Federico I! (Italia) *
Marisa Pecce - Structural health monitoring and smart infrastructures - Universita degli Studi del Sannio (Italia)
Lidia Santiago - The role of the Portuguese Women Engineers (PWE) in the Innovation and Valorisation in the field of Digital Culture - Universita di Lisbona (Portogallo) 
Susana Viseu - Sustainable & Responsible consumption and the Digital Culture - Founder of the Business as Nature NGO (Portogallo)

Ore 13.30 Pausa pranzo - Light Lunch

ORE 14.30 - TAVOLA ROTONDA

Modera: Giovanni Capozzi — Giornalista professionista, Ufficio Stampa e comunicazione Ordine Ingegneri Napoli

Relatori:
Paola Astuto - Gender digital divide — Le donne inarrestabili e la digital transformation - Coordinatrice Commissione Pari Opportunita dell'Ordine degli Ingegneri di Napoli
Daniela Bandera - Gender & STEM: How bridging the gender gap? - Presidente EWMD Italia
Claudia Bedini - Genere e sicurezza: un approccio inedito al settore edile - Presidente A.!.D.1.A Sezione Della Spezia
Asma Brini  - Woman Digital Entrepreneurs— INWES
Mariangela Contursi -  L’attività di Campania New Steel incubatore di imprese - Direttore Generale Campania New Steel
Stefania Campopiano  - Women on the digital side: academic roles and scientific contributions - Universita Parthenope Napoli
Raffaele d’Angelo - Sasia: Evoluzione di Sisca in ambito industriale - Professionista CONTARP Direzione Regionale Inail Campania
Amel Makhlouf -  Women Engineers building Smart cities in Mediterranean countries - The example of Clima-Med project - President of the the EAMC/Committee for Women Engineers in Mediterranean countries
Hind Oukerradi -  Accademy Experience, an open innovation for digital transformation - Coding Teacher at Apple Developer Academy
Apostolos Paipais - La moderna gestione dei comuni - Presidente VIII Municipalita Comune di Napoli
Lia Maria Papa - La digitalizzazione nel processo edilizio - Università degli Studi di Napoli Federico II di Napoli
Grazia Torre  - La digitalizzazione delle imprese artigiane al femminile - Consigliera Ordine Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori di Napoli e Provincia
Lidia Zakowska - Current Status of Polish women career development in STEM - University of Cracovia

ORE 17.30 - CONCLUSIONE DEI LAVORI


COMITATO SCIENTIFICO

Paola Astuto -  Barbara Castaldo – Valentina della Morte – Paola Marone – Ada Minieri – Claudia Colosimo – Carmen Napolano – Paola Francesca Nisticò - Tina Rusciano
 
 

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

Paola Marone - 
Claudia Colosimo 
- Paola Francesca Nisticò - 
Tina Rusciano