Lavori Pubblici: prezzario Campania 2020 con indicazioni sui costi della sicurezza per l'emergenza Covid-19

na-ponti-2.jpg

Pubblicata la Delibera della Giunta Regionale n. 186 del 21.04.2020 che ha per oggetto "D.lgs. 18 Aprile 2016, n. 50 - L.R. 27 febbraio 2007, n. 3. Approvazione Prezzario regionale dei Lavori Pubblici anno 2020 e indicazioni operative in ordine ai costi della sicurezza connessi allo stato di emergenza COVID-19".
Con questa delibera:

    A.    E' stato approvato il Prezzario regionale dei Lavori Pubblici anno 2020;
    B.    Sono state approvate le indicazioni operative in ordine ai costi della sicurezza connessi allo stato di emergenza COVID-19 per i cantieri i cui contratti risultano in fase di stipula e/o in corso di efficacia.

Di seguito Ingenio Napoli riporta il documento.

Prezzario regionale dei Lavori Pubblici anno 2020.
L'articolo 23, comma 16, del D.lgs. 18 aprile 2016, n.50, stabilisce che per i contratti relativi a lavori il costo dei prodotti, delle attrezzature e delle lavorazioni è determinato sulla base dei prezzari regionali aggiornati annualmente.
L'articolo 50, comma 8, della L.R. 27 febbraio 2007, n. 3, stabilisce che la regione Campania, secondo i principi di cui alla vigente norma, provvede ad aggiornare annualmente il proprio prezzario e le analisi relative, con particolare riferimento alle voci di elenco correlate a quei prodotti destinati alle costruzioni, che sono stati soggetti a significative variazioni di prezzo legate a particolari condizioni di mercato.
Il Prezzario dei Lavori Pubblici in Campania è stato da ultimo approvato con deliberazione di Giunta Regionale n.824 del 28.12.2017, pubblicata sul BURC n. 1 del 2 Gennaio 2018.
Con la medesima Delibera n.824 del 28.12.2017, la Giunta Regionale, ai sensi dell'articolo 78, comma 7, lettera b), della Legge Regionale 27.02.2007, n.3, ha dato mandato di procedere all'attività di revisione del prezzario mediante un'attività partecipata con tutti i principali soggetti pubblici e privati operanti a vario titolo nel settore dei lavori pubblici, per l'implementazione e l'aggiornamento delle tipologie di voci esistenti nel vigente Prezzario Regionale alla luce delle nuove normative.
Per tale scopo è stato istituito uno specifico Tavolo Tecnico di Consultazione con l'obiettivo di fornire proposte ed indicazioni al gruppo di lavoro dell'Osservatorio Regionale deputato all'aggiornamento del vigente Prezzario Regionale.
Il Tavolo Tecnico si è insediato il 27 settembre 2018.
Al Tavolo Tecnico sono stati invitati a partecipare, il Provveditorato alla Opere Pubbliche per la Campania ed il Molise, il MIBACT - Segretariato Regionale per la Campania, Ance Campania, gli Ordini Professionali degli Ingegneri, degli Architetti, dei Geologi, i Collegi dei Geometri, dei Periti Agrari e dei Periti Industriali, Union Camere, ANAS, UNCEM, ANCI, CNA, ARI - Associazione Restauratori d'Italia, Associazioni Cooperative, D.G. Autorità di Gestione Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, D.G. Tutela Salute e Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale, D.G. Difesa del Suolo e Ecosistema, D.G. Politiche Agricole Alimentari e Forestali, D.G. Politiche Culturali e Turismo, D.G. Ciclo integrato delle acque e dei rifiuti, Valutazioni e autorizzazioni ambientali, D.G. Mobilità.

La redazione e l'aggiornamento del Prezzario è stato reso possibile grazie alla costante partecipazione al Tavolo Tecnico e alla collaborazione fattiva ed operativa:
    •    del MIBACT - Segretariato Regionale per la Campania, in particolare per l'aggiornamento e la revisione del Capitolo relativo alle Opere di Restauro;
    •    di Ance Campania, anche per il supporto operativo ed informatico;
    •    degli Ordini professionali degli Ingegneri di Avellino, Benevento, Napoli e Salerno, degli Architetti PPC di Benevento, dei Geologi della Campania, dei Periti Industriali di Salerno, e di Caserta, del Collegio dei Geometri di Benevento, dell'Associazione Restauratori Italiani.
Le attività del Tavolo di Consultazione sono state coordinate dalla Direzione Generale Lavori Pubblici e Protezione Civile - Osservatorio Regionale Contratti Pubblici.

Il Prezzario regionale anno 2020 si compone di 15386 voci.
Con la revisione del Prezzario di cui alla D.G.R. n.824 del 28.12.2017 e del Prezzario per la conservazione ed il restauro delle opere e dei beni culturali e paesaggistici della Campania di cui alla Delibera di Giunta n.95 del 26.01.2006 e successiva n.688 del 1.06.2006:
    •    Sono state eliminate 1291 voci in quanto riferite a norme abrogate e/o a prodotti obsoleti, non più in commercio, e/o riferibili ad un unico produttore;
    •    sono state introdotte 3481 voci nuove, tutte determinate attraverso l'elaborazione di analisi prezzi.
Inoltre il Prezzario è stato integrato con un apposito Capitolo "S" relativo ai sondaggi, alle indagini ed alle prove di laboratorio al fine di unificare sul territorio regionale l'indicazione dei prezzi unitari e le modalità di stima di detti servizi la cui esigenza è divenuta di particolare rilevanza nell'ambito dei numerosi progetti di adeguamento sismico degli edifici pubblici oggetto di specifici finanziamenti statali e regionali.
Complessivamente il prezzario è stato implementato di 2190 nuove voci.
Aspetti particolarmente rilevanti introdotti con l'aggiornamento del prezzario sono rappresentati:
    a.    dall'applicazione dei Criteri Ambientali Minimi di cui al D.M. 11 ottobre 2017 (G.U. Serie Generale n.259 del 6.11.2017) avente ad oggetto "Affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici"
    b.    dalla indicazione delle modalità con le quali procedere all'individuazione dei costi della sicurezza nei casi di Emergenze ambientali e/o sanitarie quali quelle in atto relative all'emergenza COVID-19 dichiarato con Delibera del Consiglio dei Ministri del 31.01.2020.

Le Avvertenze Generali sono state ampliate e riarticolate nel loro insieme e vengono ridefinite e precisate le attività per le quali i prezzi unitari delle singole lavorazioni che compongono il prezzario potranno essere incrementati in ragione di particolari e specifiche condizioni di lavoro tra cui quelli:
    a.    da eseguirsi nelle isole di Capri, Ischia e Procida;
    b.    di recupero, ristrutturazione, manutenzione, e consolidamento;
    c.    che si caratterizzano per particolari difficoltà esecutive dovute alla ubicazione del cantiere ed alla specifica situazione dei luoghi interessati dai lavori, quali centri storici, isole pedonali e zone ZTL, località montane e della costiera sorrentino-amalfitana;
    d.    svolti in orario notturno (dalle ore 22: alle ore 6:00) e/o festivo.

Nell'ottica della semplificazione amministrativa ed in linea con quanto previsto dall'articolo 78, comma 7, lettera e) delle Legge Regionale 3/2007, a norma del quale l'Osservatorio svolge anche compiti di supporto sia alle Amministrazioni che agli Operatori e professionisti del Settore:
    a.    sarà possibile inviare richieste di chiarimento in ordine all'utilizzo del Prezzario inviando una mail all'indirizzo osservatorio.appalti@regione.campania.it.   Le mail inviate potranno essere sottoposte al Tavolo Tecnico di Consultazione per un eventuale riscontro condiviso sulla problematica posta. 
Saranno oggetto di valutazione e di riscontro solo problematiche ritenute di interesse generale per l'applicazione del Prezzario e finalizzate alla elaborazione e delle stime economiche di progetto.
Il riscontro avverrà mediante pubblicazione dello stesso con il relativo quesito su un'apposita sezione del Sito Tematico della Direzione Generale Lavori Pubblici e Protezione Civile www.lavoripubblici.regione.campania.it.
    b.    sarà possibile inviare contributi, segnalazioni e suggerimenti inviando una mail all'indirizzo osservatorio.appalti@regione.campania.it.
Le mail inviate saranno sottoposte al Tavolo Tecnico di Consultazione per l'eventuale recepimento nei successivi aggiornamenti del Prezzario.

Detto Prezzario regionale, a norma dell'articolo 23, comma 16, terzo periodo, del D.lgs. 18 aprile 2016, n.50, cesserà di avere validità il 31 dicembre 2020 e potrà essere transitoriamente utilizzato fino al 30 giugno 2021 per i progetti a base di gara la cui approvazione sia intervenuta entro tale data.

Indicazioni operative in ordine ai costi della sicurezza connessi allo stato di emergenza COVID-19 per i cantieri i cui contratti risultano in fase di stipula e/o in corso di efficacia.
Per i cantieri i cui contratti risultano in fase di stipula e/o in corso di efficacia per il periodo di Emergenza COVID-19 come dichiarato dal Consiglio dei Ministri con Delibera del 31.01.2020, il Coordinatore della Sicurezza in fase di Esecuzione provvede all'aggiornamento del Piano di Sicurezza e Coordinamento con l'individuazione delle ulteriori e specifiche procedure necessarie a garantire la sicurezza sul lavoro, determinando i maggiori costi da sostenere per specifici DPI e/o attività di contenimento dei rischi non necessari nelle normali condizioni procedurali di lavoro in assenza di dette circostanze emergenziali.
I maggiori costi da inserire nel Piano della sicurezza e Coordinamento è determinato dai costi effettivi dei DPI e/o delle Attività di contenimento da svolgere con la maggiorazione del 15% per spese generali e sono evidenziati in uno specifico Capitolo del Computo della Sicurezza.
L'importo di detti costi non è soggetto a ribasso.
Il riconoscimento di detti costi all'Appaltatore resta subordinato alla presentazione di idonea documentazione di acquisto o di idonea documentazione relativa alle attività di contenimento dei rischi, con il riconoscimento del 15% a titolo di spese generali sostenute per tali attività.
La copertura economica di detti eventuali maggiori "costi" sarà garantita dalla voce "Imprevisti" del Quadro Economico finanziato dell'intervento se presenta sufficiente capienza, ovvero dalle economie derivanti dalla rimodulazione delle somme a disposizione dell'amministrazione del medesimo Quadro economico, implementando la richiamata voce "Imprevisti".

ATTENZIONE: Il documento completo delle relative tabelle e degli allegati, può essere consultato a questo LINK da cui è anche possibile scaricare gli allegati.

---------
Segui ogni giorno l'Ordine degli Ingegneri di Napoli e le sue attività anche: