EMERGENZA COVID-19 - 25 aprile: Ordinanza Regione Campania con le misure per la gestione di cantieri in sicurezza

cantiere_edile_generico.jpg
Emergenza Coronavirus, primi passi verso la “Fase 2”. Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha infatti firmato l'Ordinanza n.39 del 25 aprile 2020 con ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e, in particolare, per la gestione delle attività nei cantieri del settore edile (LEGGI QUI) .
Ingenio Napoli pubblica il provvedimento per i cantieri edili, l'Ordinanza e l'allegato riguardante le misure per gli altri settori di attività (scaricabili integralmente dai pulsanti ROSSI "Allegato" in calce a questa nota).
E' possibile anche consultare (LEGGI QUI) il Protocollo nazionale del 24 aprile 2020 con indicazioni operative per fronteggiare l'emergenza Coronavirus nei cantieri.

L’ordinanza numero 39 - si legge in una nota diffusa dalla Regione Campania - contiene una serie di disposizioni da ritenersi sperimentali e conta sul senso di responsabilità di tutti i cittadini. Se si dovessero verificare situazioni di assembramento tali da produrre diffusione del contagio, la stessa ordinanza sarà immediatamente revocata. Nell’ordinanza si fa riferimento anche all’industria conciaria campana; sono consentite attività di manutenzione a difesa delle produzioni e delle quote di mercato del settore".

Interessante osservare che nelle misure per i cantieri viene sostanzialmente ripreso quanto indicato nei protocolli sottoscritti il 14 marzo, il 24 aprile ed in quello specifico per l’edilizia del 24 marzo per la prevenzione e il contenimento della diffusione del Coronavirus negli ambienti di lavoro (vedi immagine di seguito).

ordinanza_25-aprile-2020_in-evidenza.jpg


Un ruolo essenziale degli enti bilaterali viene evidenziato nell’ordinanza con il riferimento alle procedure ed alla modulistica allegata, redatte dalla Cnpct (Commissione nazionale dei comitati paritetici territoriali costituiti da rappresentati di imprese e sindacati).
Il documento regionale che deriva dai sopra citati Protocolli (essendo solo quello del 24 aprile successivo) sottoscritti dalle Parti sociali è stato quindi integrato con altri elementi di dettaglio tipici del settore edile, aggiungendo ulteriori misure necessarie per garantire la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori per prevenire il contagio da Covid-19. 
I punti essenziali dell’ordinanza della Regione Campania che si recepiscono per la riapertura dei cantieri evidenziano la necessità assoluta di aggiornamento dei Piani di Sicurezza e Coordinamento (in sigla PSC) con i relativi costi, secondo quanto stabilito dal prezzario della Regione Campania 2020 (LEGGI QUI) .

Il datore di lavoro aggiorna il Piano Operativo di Sicurezza (in sigla POS), provvede all’informazione di tutti i dipendenti, anche con l’ausilio di un ente bilaterale.
Il datore di lavoro provvede anche alla visita medica di tutti i dipendenti prima del rientro in cantiere. Punto essenziale sono le operazioni di pulizia giornaliera e sanificazione periodica (la cadenza viene determinata nel PSC ) del cantiere.
Importante è pure la figura dell’operatore addetto alla pulizia (interno azienda) e sanificazione, che potrà anche essere indicato all’interno dell’impresa. Entrambi riceveranno una formazione specifica da parte degli enti bilaterali in materia di sicurezza.
---------
Segui ogni giorno l'Ordine degli Ingegneri di Napoli e le sue attività anche: