Opportunità per giovani ingegneri: nata a Napoli l’Academy Aspi-Federico II per la sicurezza delle infrastrutture

intesa-autostrade_federico-ii.jpg
Opportunità di lavoro qualificato per giovani ingegneri: la scuola ingegneristica napoletana dell’Ateneo Federico II di Napoli e la società Autostrade per l’Italia (in sigla Aspi) fanno squadra per la sicurezza delle infrastrutture e per promuovere percorsi di alta formazione mirati anche all'assunzione in Aspi di nuove risorse. Con questa mission nasce infatti a Napoli una nuova Academy che curerà la formazione di neolaureati e dipendenti di Autostrade per l’Italia. A presentare l’accordo, nella sala del consiglio di amministrazione dell'Ateneo Federiciano, il Rettore Matteo Lorito e l’Amministratore delegato di Autostrade per l’Italia, Roberto Tomasi.




INTESA DI DURATA TRIENNALE
L’intesa ha durata triennale (il testo dell'accordo quadro è consultabile e scaricabile QUI ) e darà vita al nuovo soggetto attraverso un’ampia collaborazione accademia-impresa in materia di formazione, didattica, ricerca e sviluppo. Le selezioni per l’accesso ai corsi dell’Academy, che si svolgeranno nell’hub dell’ateneo federiciano nella zona Est di Napoli, a San Giovanni a Teduccio, saranno avviate tramite bandi rivolti a giovani laureati in ingegneria e consentiranno agli allievi di ricevere una formazione d’eccellenza nell’ambito dell’innovazione delle infrastrutture autostradali.

AGGIORNAMENTO ANCHE PER I DIPENDENTI

Autostrade potrà dunque contare su un bacino di giovani talenti con una formazione specifica da cui attingere in vista delle nuove assunzioni previste dal piano industriale di Aspi, che in Campania conta più di 1000 dipendenti. I corsi saranno inoltre rivolti anche ai dipendenti di Autostrade per l’Italia. che potranno seguire percorsi aggiornamento, nell’ottica della formazione continua.
Attraverso l’accordo con il Gruppo – proposto all’Ateneo dal Dipartimento di Strutture per l’Ingegneria e l’Architettura (in sigla Dist) diretto da Andrea Prota (Ordinario di Tecnica delle Costruzioni e Consigliere Segretario dell'Ordine degli Ingegneri di Napoli – la Federico II darà un contributo rilevante, in termini di competenze tecnologiche, nei settori della progettazione di nuove opere, nel monitoraggio e nella valutazione della sicurezza delle infrastrutture esistenti, oltre che nel potenziamento della rete. 

Responsabile e referente per l’Università Federico II dell’accordo è il Professor Andrea Prota. A collaborare operativamente con le strutture della Federico II sarà Tecne società del Gruppo Aspi, il cui Amministratore delegato è Stefano Susani, che ha siglato l’intesa con il Rettore Lorito.
 Tecne svolge attività di progettazione, ingegneria e direzione lavori e rappresenta uno dei tasselli strategici del Piano di Trasformazione avviato dalla concessionaria a inizio 2020.
da-sx-susani_lorito_tomasi_prota-copia.jpg

SVILUPPO DI TECNOLOGIE DIGITALI
L’ateneo fornirà inoltre supporto nell’utilizzo e nello sviluppo di tecnologie digitali studiate per la sicurezza e migliorare l’efficienza dei servizi della rete autostradale gestita da Autostrade per l’Italia. Una collaborazione reciproca che entrerà in campo anche nell’ambito di altre aree tematiche: dai sistemi di trasporto e mobilità integrata alla digitalizzazione dei processi di progettazione, fino allo sviluppo di progetti di intelligenza artificiale applicata alla mobilità.
Le attività si concretizzeranno attraverso una collaborazione scientifica, nel supporto alla didattica, nel finanziamento di borse di studio e nella gestione di tirocini formativi.

PARTENZA PREVISTA A SETTEMBRE
Per il Rettore della Federico II Matteo Lorito, la nascita dell’Academy rappresenta “una grande sfida da cogliere. Lavoreremo sulla formazione avanzata con il nostro schema delle Academy, anche rinnovato nelle nuove tecnologie, e lavoreremo anche sulla ricerca: noi stessi svilupperemo delle tecnologie che saranno implementate sulle strade per la sicurezza delle infrastrutture”.


L’Academy, ha specificato il Direttore del Dist Andrea Prota, “potrà partire già a settembre e coinvolgerà le competenze espresse da tutti i dipartimenti che afferiscono alla Scuola Politecnica e delle Scienze di Base dell’Università Federico II”.


Lorito ha assicurato che “i giovani, dopo questo percorso di formazione, avranno un placement che sarà vicino al 100%, così come già accade per le academy già attive presso l’ateneo Federiciano. Con questa nuova Academy – ha aggiunto il Rettore - sono dieci complessivamente quelle operanti nella Federico II e abbiamo altrettante richieste che stiamo selezionando. Le Academy, con una formazione di qualità collegata a grandi aziende, percorsi formativi snelli e dedicati, ci portano a un placement pieno”. 


Difatti il "modello-Academy" perseguito negli ultimi anni dalla Federico II sta dando ottimi frutti in termini di opportunità occupazionali, a cominciare dalla Apple Academy insediata nel polo accademico di San Giovanni a Teduccio. Ormai sono dieci le strutture di questo tipo nate dalla partnership tra grandi gruppi imprenditoriali e Ateneo Federiciano e sono al vaglio numerose proposte per svilupparne altre.

UN PONTE FRA IMPRESE E ATENEI
Siamo particolarmente lieti di avviare un percorso strutturale di collaborazione con l’università Federico II – ha commentato l’Ad di Autostrade Roberto Tomasi - , uno degli atenei più prestigiosi a livello europeo dal punto di vista delle competenze e della ricerca ingegneristica. Consideriamo fondamentale il rapporto con le strutture universitarie per innovare la più grande concessionaria del nostro Paese. Lavorando insieme qui a Napoli potremo fare ricerca, progettare soluzioni innovative, favorire uno scambio virtuoso di competenze e generare occupazione di qualità. Dopo gli accordi raggiunti negli scorsi mesi con il Politecnico di Milano, il Politecnico di Torino, le università Bocconi, Luiss e La Sapienza, siamo consapevoli che l’Academy che stiamo creando con la Federico II ci consentirà di fare un ulteriore scatto in avanti verso la trasformazione di Aspi in un gestore integrato di infrastrutture e mobilità sostenibile”.




IN VISITA AL CAMPUS DI SAN GIOVANNI

Dopo la firma dell’accordo in Rettorato i rappresentanti di Aspi - con il Rettore Matteo Lorito, il Direttore del Dist Andrea Prota e l’ex Rettore ed ex Ministro Gaetano Manfredi - hanno visitato il campus Federiciano di San Giovanni a Teduccio, in Corso Nicolangelo Protopisani. Tra i visitatori anche l'Amministratore delegato di Tangenziale Spa, Luigi Massa: da tempo infatti il Dist collabora con l'ente gestore dell'autostrada urbana di Napoli per monitorare la sicurezza dell'infrastruttura e in particolare i numerosi e arditi viadotti che consentono il collegamento rapido sulla direttrice Est-Ovest nell'area metropolitana partenopea.
in-visita-al-campus.jpg
A fare gli onori di casa nel campus di San Giovanni, il Professor Edoardo Cosenza (che ricopre anche la carica di Presidente dell'Ordine degli Ingegneri di Napoli), delegato dal Rettore Manfredi e confermato dall'attuale Rettore Matteo Lorito allo sviluppo della nuova struttura didattica sorta nell’area industriale ex Cirio e finanziata con fondi europei.

in-visita-al-campus2-apple.jpg
Gli ospiti hanno visitato i laboratori di ricerca e anche l’Apple Academy, accolti dal responsabile scientifico Giorgio Ventre.
In questa culla dell'innovazione, in questo incubatore delle migliori energie intellettuali di tanti giovani aperto nel Campus Federiciano di San Giovanni a Teduccio, normalmente ferveva una folla entusiasta di ragazzi, impegnati a costruire il futuro insieme ai loro non meno entusiasti docenti, in un'atmosfera simpaticamente informale, dove non esistono cattedre e dove non c'è distanza nemmeno fisica tra docenti e discenti.
Ora, causa emergenza-Covid, le aule dell'Apple Academy sono vuote e l'auspicio di tutti è che presto ritorni la consueta attività didattica e formativa in questa struttura che rappresenta un unicum per il nostro Mezzogiorno.
Ed ecco, di seguito, il reportage realizzato dal TgR Campania sull'accordo siglato fra l'Ateneo Federiciano e Autostrade per l'Italia.

Qualche giorno dopo, il programma "Frontiere" di Rai 3, nella puntata di sabato 15 maggio 2021, ha dedicato un ampio reportage al complesso di Napoli Est, raccogliendo le testimonianze, fra gli altri, di Edoardo Cosenza (Ordinario all'Università Federico II, delegato dal Rettore Manfredi allo sviluppo del polo e confermato dall'attuale Rettore Matteo Lorito, nonché Presidente dell'Ordine degli Ingegneri di Napoli) e di Giorgio Ventre (responsabile scientifico della Apple Academy, la prima struttura di questo genere insediata a San Giovanni, a cui hanno fatto seguito numerose altre, fino al recente accordo con Autostrade per l'Italia). Ecco la registrazione del reportage.



(servizio per Ingenio Napoli a cura di Giovanni Capozzi)



Segui ogni giorno l'Ordine degli Ingegneri di Napoli e le sue attività anche: