EDILIZIA A MESSINA … Ordini e Amministrazione a confronto

Era stato lanciato dai Presidenti Triolo e Falzea il grido di allarme per un edilizia bloccata da una burocrazia alquanto farraginosa e soprattutto dai tanti vincoli che interessato una città che rischia di essere "automaticamente" esclusa da alcuni benifici fiscali previsti nel Decreto Crescita.

Appello raccolto dal Vice Sindaco Mondello che ha organizzato immediatamente un incontro tecnico alla presenza del Dirigente Edilizia Privata e Pubblica Ing. Antonio Cardia e i due Presidenti degli Ordini: Francesco Triolo e Architetti Pino Falzea in rappresentanza di Ingegneri e Architetti.
All’ordine del giorno: le problematiche inerenti la professione e l’edilizia messinese.
Senza retorica, si sono subito affrontate le tematiche che coinvolgono tecnici e comunità cittadina.
In breve e a seguire per punti, quanto trattato e discusso con soluzioni nell'immediato.

img_9029.jpg
ZPS
Le proposte dei rappresentanti degli Ordini sono state immediatamente messe da parte in relazione agli avvenimenti degli ultimi giorni.
L’Assessore Mondello ha notiziato i presenti che lo "Studio Cumulativo" richiesto dalla Regione per lo sblocco delle procedure ZPS era pronto.
Il Dirigente Cardia avrebbe preparato in settimana la Delibera che sarebbe stata portata in Giunta per l’approvazione e immediatamente spedita a Palermo.
"... Se la Regione manterrà gli impegni assunti, al ritorno dalle ferie estive la situazione ritornerà alla normalità", parola di Assessore.

ARCHIVIO
Attualmente si sta procedendo in maniera spedita alla digitalizzazione dell’archivio (in corso le pratiche di agibilità).
Entro la fine dell’anno anche se parzialmente, si potranno ottenere dati e informazioni telematiche.
Purtroppo di poche unità il personale a disposizione.
Nel frattempo, in considerazione delle opportunità offerte del Decreto Crescita e della necessità di acquisire elementi utili e storici ai fini progettuali, l’ufficio verrà potenziato anche grazie all’aiuto degli Ordini Professionali che si faranno carico con una convenzione di fornire collaborazione, potenziando l’attuale numero degli addetti e allestendo un front office per i professionisti.

ZONE ASI E ZIS
Di comune accordo in attesa della “stabilizzazione di Piano” delle aree ex ASI e ZIS il Comune e gli Ordini si faranno promotori alla Regione per far includere la “ristrutturazione edilizia” come intervento possibile in tali zone.
Si rammenta che a oggi è possibile solo eseguire manutenzione ordinaria e straordinaria.

RICEVIMENTO AL PUBBLICO
A breve (Covid permettendo) si potrebbe ritornare alla normalità. Nel frattempo sono aumentati i giorni di ricevimento.
Al momento occorre prenotarsi per appuntamento, ma come detto a breve si ritornerà come prima.
Molti tecnici hanno la cattiva usanza di prenotarsi e non presentarsi all’incontro fissato, impedendo ad altri di interloquire con i funzionari.
Occorrerebbe prendere provvedimenti nei confronti di coloro che in un momento di difficoltà rendono ancora più arduo il lavoro di tutti.


A BREVE, NUOVO INCONTRO PER PIANIFICARE QUANTO CONCORDATO.