Innovazione fa rima con formazione. Quattro Webinar organizzati dall’Ordine degli Ingegneri di Palermo

19/05/2021 1218

vincenzo-didio.jpg

Passa necessariamente da una formazione di qualità l’innovazione di una figura professionale in costante trasformazione come quella dell’ingegnere. Un’evoluzione al passo coi cambiamenti della nostra epoca che - sotto la spinta del Recovery Plan e del Pnrr adottato dall’Italia - guarda con ottimismo alla transizione ecologica e digitale, quindi ad un approccio sostenibile nella risoluzione di piccoli e grandi problemi che gli ingegneri sono chiamati a gestire.

 

Sulla condivisione e lo scambio di idee, esperienze e buone pratiche si basa il ciclo di eventi formativi online organizzati dall’Ordine degli Ingegneri di Palermo su input del suo presidente, Vincenzo Di Dio e dei membri del consiglio provinciale, con l’obiettivo di aggiornare le competenze e le conoscenze delle migliaia di professionisti iscritti. 

Mobilità, superbonus e riforma urbanistica: Palermo guarda alla sostenibilità

locandinaordine_ok_2021_05_06.jpg 

Quattro appuntamenti - tre dei quali validi per l’aggiornamento obbligatorio e il rilascio dei crediti professionali - in calendario dal 13 maggio all’11 giugno (dalle ore 15 alle 19) per approfondire temi di grande attualità con la partecipazione di autorevoli esperti e tecnici. 

Il primo webinar è stato dedicato alla mobilità sostenibile e al futuro dei trasporti nel rispetto dell’ambiente e della green economy. Altro seminario di studi il 27 maggio su “Efficientamento energetico: tecnologie e soluzione ICT e gestionali” per discutere i vantaggi degli interventi progettuali di riqualificazione. Il terzo appuntamento è fissato il 3 giugno (unico evento per il quale non sono attribuiti crediti formativi) e sarà incentrato sulle misure previste in materia di edilizia, ecosostenibilità e di salute e sicurezza del patrimonio immobiliare delle città. Ultimo webinar l’11 giugno, giornata in cui gli ingegneri siciliani si confronteranno sulla nuova legge urbanistica regionale che ha introdotto innovazioni legislative e istituito un comitato tecnico-scientifico che affiancherà l’assessorato regionale Territorio e Ambiente nella formulazione di pareri in materia di pianificazione territoriale.  

Per maggiori informazioni visitare il sito www.palermo.ordineingegneri.it

 

Il presidente Di Dio: «Nuovi esigenze professionali, importante investire sull’aggiornamento delle competenze» 

 

«Abbiamo promosso questo percorso formativo per accrescere il confronto tra gli ingegneri e condividere esperienze, suggerire idee e proposte con la consapevolezza che il nostro ruolo deve essere co-protagonista per lo sviluppo economico di un territorio e delle sue comunità, coniugando innovazione e risoluzione dei problemi in modo efficace e nel rispetto dell’ambiente», spiega il presidente dell’Ordine palermitano, Vincenzo Di Dio per il quale la formazione è un asset strategico del patrimonio professionale degli ingegneri. 

«Un sapere che, inevitabilmente, si ripercuote sull’efficacia e la garanzia delle prestazioni offerte dai liberi professionisti e dagli ingegneri che operano nella Pubblica amministrazione. E ovviamente l’Ordine si fa promotore di un’attività formativa a garanzia e tutela sull’operato dei propri iscritti nei confronti della collettività», aggiunge Di Dio.

 

Secondo il presidente dell’Ordine palermitano, inoltre, «la presenza sul mercato di nuove figure e nuovi profili, in linea con i trend dell’offerta universitaria sulla transizione ecologica e digitale, passa da una visione unica che ingloba anche le linee guida del Pnrr. Gli ingegneri non possono trovarsi impreparati dinanzi all’attualità delle sfide del nostro tempo. Penso ai vantaggi offerti dal risparmio energetico, dai processi di digitalizzazione e dalla tutela del suolo che, in una visione d’insieme, guardano al rispetto condiviso della sostenibilità come valore aggiunto e fattore di crescita per lo sviluppo socio-economico di un territorio e delle persone. Forse la nostra categoria ha tardato a riflettere con anticipo sulla strategicità di questi temi...», è la riflessione del presidente Vincenzo Dio, che è anche docente di Macchine elettriche e di Produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili all’Università di Palermo.  

 

Urbanistica e superbonus, passi avanti per la riqualificazione della Sicilia

 

Di Dio giudica importante per lo sviluppo della Sicilia i vantaggi offerti dalla nuova legge urbanistica attesa da anni dai professionisti e che, insieme agli strumenti del “Superbonus” e del “Bonus facciata” varati dal Governo nazionale, disegna un approccio ecosostenibile per la riqualificazione urbana degli edifici e nella pianificazione e attuazione dei Prg. 

 

«Pensiamo alla vastità del patrimonio immobiliare costruito negli ultimi cinquant’anni che necessita di radicali interventi di manutenzione non solo strutturale, ma soprattutto legati all’efficientamento energetico e quindi al risparmio di costi e all’aumento del valore di mercato degli edifici. Si tratta di una grande opportunità professionale e occupazionale per la nostra terra, che consentirà a migliaia di ingegneri di specializzarsi ulteriormente nella progettazione green e nell’acquisizione di nuove abilità tecniche e, parallelamente, di rilanciare il settore dell’edilizia in crisi e duramente colpito dagli effetti negativi della pandemia».