Musica jazz e innovazione: ingegneri napoletani in prima fila a Pietrelcina

jazzin2018.jpgMusica e innovazione: un binomio stimolante e non scontato. L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli patrocina la seconda edizione di Jazz’Inn 2018. Dal 30 luglio al 1 agosto, sono in programma tre giornate di incontri tra innovatori, nell’ambito della quattordicesima edizione di “Jazz Sotto Le Stelle Pietrelcina Festival: Destinazione SOUL”, organizzate dalla Fondazione Ampioraggio in collaborazione con il Comune e la Pro Loco di Pietrelcina (Bn).
Referenti per l'Ordine in questa iniziativa sono il Consigliere Gennaro Annunziata (esperto in innovazione e tecnologie informatiche) e Stefano de Falco, Coordinatore della Commissione Innnovazione Tecnologica.
Jazz’Inn 2018 - come si legge in una nota degli organizzatori - significa la voglia di smettere di parlare di innovazione per iniziare a realizzarla, in maniera aperta, condivisa, responsabile”. Un esperimento di "coesione territoriale" in quelle aree interne della Campania che un tempo erano considerate fuori dai circuiti dello sviluppo e dell’innovazione, ma che ora stanno mostrando un potenziale che attende solo di essere valorizzato appieno.
Jazz’Inn 2018 in tre giorni coinvolgerà grandi aziende e amministrazioni pubbliche alla ricerca di idee innovative, condividendole con i "produttori" di innovazione italiani. Sono previsti tavoli di confronto tra aziende ed enti con start up e Pmi innovative, brainstorming e open talk. il tutto “nel segno della lentezza”. ma che saranno l’occasione per stimolare investimenti innovativi.
La sede degli incontri è in via dello Sport, presso il centro “CFP – Cultura Formazione Progresso” di Pietrelcina.

ED ECCO IL PROGRAMMA DETTAGLIATO DELLE TRE GIORNATE

LUNEDì 30 LUGLIO - SMART GOVERNMENT: INNOVAZIONI CHE CAMBIANO IL PAESE
  9.00 – 10.00 : Registrazione dei partecipanti
10.00 – 11.00 : Saluti e avvio dei lavori
11.00 – 14.00 : Ampioraggio Café: brainstorming con host 15 amministrazioni pubbliche per dare idee a enti e istituzioni che vogliono innovare
                11.00 – 12.00 : Prima sessione di confronto
                12.15 – 13.15 : Seconda sessione di confronto
                13.30 – 14.00 : Restituzione dei risultati dei tavoli da parte dei case giver
TEMI IN DISCUSSIONE
    •    Smart spending: come ridurre i costi nella PA attraverso l’introduzione di innovazioni tecnologiche, digitali, e organizzative in grado di sostituirsi alle soluzioni attuali
    •    Turismo nelle aree minori: come valorizzare l’offerta turistica delle aree minori del paese e creare nuove occasioni di lavoro legate alle vocazioni del territorio
    •    Mobilità e green: come investire sulla qualità della vita dei propri territori, innovando nel campo della gestione dei rifiuti, della qualità dell’aria e delle acque e nella mobilità urbana e territoriale
    •    Fondi SPRAR: come trasformare un elemento critico in occasione di sviluppo sociale ed economico attraverso innovative politiche di coesione e accoglienza sostenibili ed efficaci
    •    Formazione/recupero dei giovani (NEET & NEDS): come innovare nel campo della formazione lavoro e nel recupero delle competenze per trasformare inoccupati e disoccupati in risorse attive
    •    Blockchain nella PA: come utilizzare le tecnologie legate alle blockchain nella P.A. per garantire processi relazionali in grado di certificare le attività amministrative e generare fiducia tra cittadino ed Ente
          16.00 – 17.00 :Open Talk : presentazioni tematiche tra domanda e offerta sui temi dell’innovazione
          17.00 – 19.00 : WorkCafé: selezione e presentazione di best practice su tematiche legate all’innovazione
          19.00 – 20.00 : AperiCafé : aperitivo per scambiarsi idee e conoscersi meglio
          21.30 / 22.00 :  Concerto


Martedì 31 LUGLIO - OPEN INDUSTRY: OPEN INNOVATION PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE
  9.00 – 10.00 : Registrazione dei partecipanti
10.00 – 11.00 : Saluti e avvio dei lavori
11.00 – 14.00 : Ampioraggio Café: brainstorming con host 15 aziende per sviluppare soluzioni innovative
11.00 – 12.00 : Prima sessione di confronto
12.15 – 13.15 : Seconda sessione di confronto
13.30 – 14.00 : Restituzione dei risultati dei tavoli da parte dei case giver


TEMI IN DISCUSSIONE
    •    Industria nel futuro (Industria 4.0 e A.I. - Corporate Blockchain - Digital Innovation)
    •    Il paese che cambia (Green Economy - Smart food & agricolture - Smart and social country & Open government)
    •    Innovazione e competizione (Internazionalizzazione - Open innovation e adozione dell’innovazione - Finanza e innovazione)
    •    Human Innovation (Big data e privacy management - BCorp & Social Corporate Responsability - Sviluppo delle competenze e Smart working)

          16.00 – 17.00 Open Talk : presentazioni tematiche tra domanda e offerta sui temi dell’innovazione
          17.00 – 19.00 WorkCafé: selezione e presentazione di best practice su tematiche legate all’innovazione
          19.00 – 20.00 AperiCafé : aperitivo per scambiarsi idee e conoscersi meglio a suon di Jazz
          21.00 / 22.00 Concerto
 
Mercoledì 1° AGOSTO _ FOLLOW UP DAY: NETWORKING E TOUR SUL TERRITORIO
10.00 – 18.00 Empathy netwalking : tour esperienziale alla scoperta del territorio con visita in tre comuni del Sannio con sosta e pranzo in azienda vinicola – Durata dalle 10.00 alle 18.00 – Tour a pagamento comprensivo di trasporto, guide e pranzo su prenotazione
10.00 – 13.00 / 16.00 – 18.00 Smart networking : attività di relazione e matching presso la CFP Formazione
18.00 – 20.00 AperiByeBye : aperitivo di follow up finale e di saluti alla edizione 2019 di Jazz’Inn

Gli iscritti all’Ordine, e non, interessati a partecipare all’evento possono registrarsi A QUESTO LINK

I NUOVI SCENARI DELLA RIVOLUZIONE DIGITALE, A TEMPO DI JAZZ
“Jazz’Inn” chiama dunque a confrontarsi da lunedì 31 luglio a mercoledì 1° agosto sui nuovi scenari aperti dalla rivoluzione digitale nella pubblica amministrazione e nell’organizzazione del lavoro, alcuni tra i più significativi protagonisti della scena dell’innovazione nazionale e internazionale. Si comincia lunedì 31 luglio con un’intera giornata dedicata all’’e-government con Flavia Marzano (assessore a Roma Semplice e animatrice del progetto “Mettiamo in comune l’innovazione che riunisce oltre 300 assessorati all’innovazione dei principali comuni italiani), Loredana Capone, assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, e decine di altri amministratori pubblici, che condivideranno con la tecnica dei Proaction Cafè i loro progetti con start upper, imprese, investitori e innovatori, per raccogliere idee e stimoli per la realizzazione degli stessi.
“L’idea di trasformare lo storico Festival Jazz Sotto le Stelle di Pietrelcinain un attrattore di idee innovative – spiega Giuseppe De Nicola, co-founder della Fondazione Ampioraggio e ideatore di Jazz’Inn -  rappresenta un piccolo esempio di modello di sviluppo sostenibile. L’evento è completamente finanziato da sponsor privati e trasforma un evento culturale in un’occasione di confronto tra imprese, amministratori pubblici e innovatori alla presenza anche di investitori e finanziatori”.
Con la stessa tecnica saranno coinvolti imprenditori e associazioni di categoria i due giorni successivi. I pomeriggi saranno caratterizzati da tre momenti, anche questi fuori dagli schemi, Proaction Cafè”, World Café ed Empathy Walk. I bar del paese si trasformeranno in meeting rooms per aperitivi di business, nei quali aziende come TIM, Italdata, Citel Group, Kelyon, Banca del Sud, Banca Sella e diverse altre incontreranno aziende e startuppers per cercare soluzioni innovative da portare sul mercato e finanziare. Il mondo della finanza alternativa sarà rappresentato da Angelo Deiana, presidente ANPIB - Associazione Private Bankers e Venture Capital, e Paolo Russo, presidente Stati Generali Dell'Innovazione.
Forte presenza delle sigle di rappresentanza del mondo produttivo, da Confindustria Benevento con Filippo Liverini, numero uno della territoriale sannita, e Pasquale Lampugnale, presidente di Piccola Industria Benevento,  all’Unione industriali di Napoli e di Lecce, oltre a Coldiretti, CNA, Confocooperative, Federalberghi e Confartigianato, che si confronteranno con gli innovatori alla ricerca di nuovi modelli di sviluppo per i settori tradizionali del made in Italy.
Nel corso della tre giorni saranno presentati insieme agli autori i volumi ”Smart Spending” di Ivo Allegro e Roberto Formato e “Soft Revolution” di Filomena Tucci per discutere su come l’innovazione possa rappresentare un volano di sviluppo non solo economico per il Paese.
Il mondo delle startup, degli sviluppatori e degli hackers sarà invece rappresentato da Startup Grind, Napoli Startup Weekend, Agile Campania, 012 Factory e AtFactory che affiancheranno quello della ricerca con l’Università del Sannio, lo StartUp Lab dell’Università Vanvitelli e il Consorzio Promos Ricerche rappresentato il 2 agosto dall’amministratore delegato Nando Flagiello.
A supportare i progetti di startupper e imprenditori ci sarà anche TIM che, nel duplice ruolo di abilitatore tecnologico e leader nei processi d’innovazione, valuterà attraverso TIM Open le migliori proposte emerse dagli incontri per inserirle nei propri circuiti di sviluppo.

I CONCERTI DI JAZZ. UNA PREZIOSA CORNICE
A fare da cornice agli inocntri di Jazz’Inn cinque serate di grande musica grazie a “Jazz sotto le stelle. Pietrelcina Festival” in programma dal 30 luglio al 3 agosto 2017 sotto la direzione artistica di Giovanni Russo. Gli artisti invitati non sono affatto emuli di Coltrane ma come lui hanno la capacità  di mettere la propria arte al servizio di un narrazione musicale appassionata, intensa, “Oltre le note”, come il titolo dell’edizione di quest’anno di Jazz sotto le stelle.
Si comincia lunedì 30 luglio alle ore 22,00 presso il Parco Colesanti con il concerto di due straordinari artisti, Paolo Fresu e Uri Caine e il loro nuovo progetto TwoMinuettos. Il trombettista ed il pianista sono da molti anni ormai due tra le più autorevoli personalità del jazz mondiale per cui la loro presenza a Jsspfè motivo di grande orgoglio per Pietrelcina. Durante il concerto lo Chef Emilio Pompeo, ispirato dalla musica del celebre duo, preparerà alcune prelibatezze che saranno da lui declamate al pubblico al termine del concerto e quindi degustate. Insomma, una serata che esalterà i cinque sensi.
Nella stessa serata a partire dalle ore 21,00 è possibile visitare “Somewhere over the raimbow”, mostra di pittura di Lucido Gubitosi.
I prossimi appuntamenti
Si prosegue il 31 luglio alle ore 22,00 presso la Piazzetta del Pozzo di S. Pio al Pantaniello con  Twofor Stevie, il progetto con il quale due artisti come Dado Moroni al pianoforte e Max Ionata al sax tenore rileggono la musica del grande Stevie Wonder.
In programma il primo agosto alle ore 22,00 presso il piazzale antistante la Chiesa dei Frati Cappuccini il concerto di Stefano Di Battista al sax soprano &contralto incontra insieme ai DEA Trio, ovvero i giovani e talentuosi Andrea Rea al pianoforte, Daniele Sorrentino al contrabbasso ed Elio Coppola alla batteria.
Il 2 agosto alle ore 22,00 presso la Cavea del Parco Colesanti la pianista Armanda Desidery propone il suo ultimo progetto La stanza dei colori insieme ai bravissimi Guido Russo al basso elettrico e Marco Fazzari alla batteria.
Il festival si conclude il 3 agosto presso Largo Giovanni d’Aquino dove l’Associazione Il Giardino dei Sogni, organizza alle ore 21,00 un apericena a pagamento il cui incasso sarà devoluto per la realizzazione di interventi nel sociale. Alle ore 22,00, con ingresso libero, si esibisce il duo A Bassa Voce, composto da Claudia Valtinoni alla voce e Toni Moretti al basso elettrico e loop station, accompagnato da un prestigioso String Quartet composto da alcuni dei migliori musicisti delle orchestre da camere venete.

ESPERIMENTO DI "INNOVAZIONE LENTA"
Promosso dalla Fondazione Ampioraggio, JazzInn è un esperimento di “innovazione lenta” lanciato nel 2017 nell’entroterra campano che ha già generato collaborazioni e investimenti per oltre 5 milioni di euro con più di 400 presenze registrate.
“JazzInn 2018” - come sottolineano gli organizzatori - parte dai risultati quasi inattesi dello scorso anno e rilancia con una serie di partnership di respiro nazionale e internazionale. Grazie alla collaborazione con l'Associazione dei Comuni Italiani (Anci) verranno individuate e valorizzate soluzioni innovative declinate su temi "critici" come lo spopolamento delle aree minori e la gestione innovativa dei fondi Sprar destinati agli enti locali per la protezione dei richiedenti asilo e dei rifugiati.
Ci saranno anche esperti di Ancitel, presente per individuare le soluzioni innovative da veicolare alle pubbliche amministrazioni; di Invitalia, chiamata a promuovere ai giovani e agli amministratori locali i propri programmi di agevolazione (Resto Al Sud, Smart & Start, Impresa a tasso zero); di Destination Italia, joint venture tra Banca Intesa e Last Minute per la promozione degli itinerari minori, presente per incontrare giovani e amministratori delle aree interne (Sannio, Irpinia, Cilento) per promuovere l’uso della piattaforma di valorizzazione degli itinerari minori del paese e generare incoming.
JazzInn guarda anche fuori confine. Le proposte più convincenti presentate a Pietrelcina verranno selezionate per partecipare al TechFest di Stoccolma in collaborazione con l’Ambasciata Italiana a Svezia.
Della delegazione farà parte anche il comune di Guardia Sanframondi per la promozione del progetto “Città del Vino Europea 2019” della Valle Telesina.
Il 30 luglio ci si confronterà su “Smart Government. Innovazioni che cambiano il Paese”, il 31 luglio su “Open Industry: Open Innovation per lo sviluppo delle imprese”.
Il 1° agosto sarà dedicato a un inedito tour alla scoperta del territorio sannita (San Marco dei Cavoti, Foiano) per un “Followup Day”. Tutor, startupper e imprenditori saranno cioè coinvolti in una gita nel cuore del Fortore per conoscersi, confrontarsi e far nascere progetti senza le ansie degli speech dating.
“Molte le connessioni virtuose nate dalla prima edizione di JazzInn – sottolinea Giuseppe De Nicola, co-fondatore della Fondazione Ampioraggio e ideatore dell’iniziativa – come per esempio l’investimento di Alilauro Spa nella società presente alla manifestazione, ToBe Srls, per sperimentazione della tecnologia LiFi, connessione via luce, su una della navi della flotta; o ancora l’adozione di una startup, “PinApp”, da parte di Tim attraverso programma Tim Open. Senza contare il ritorno diretto per il territorio. Lo scorso anno abbiamo stimato 400 presenze in 3 giornate e oltre 3000 persone nelle serate jazz contro le mille di media delle edizioni precedenti, il tutto con un rilevante impatto sull’economia di Pietrelcina in quella settimana. Quest’anno puntiamo a consolidare il nostro modello di promozione imprenditoriale e territoriale”.
“L’Unisannio – aggiunge Gerardo Canfora, docente del dipartimento di Ingegenria dell’Università del Sannio – da anni è impegnata a trasferire innovazione sul territorio, l’esperienza di JazzInn è un modello di sviluppo nel quale abbiamo creduto sin dall’inizio e ci ha portato a coinvolgere amministratori locali e imprenditori in modo convinto, consapevoli che la contaminazione di idee sia una grande opportunità di crescita per tutta l’area”.
Il modello di Slow Dating Innovation coniugato al Jazz rappresenta una modalità totalmente diversa e “autosostenibile”. JazzInn intende promuovere innovazione e cultura sul territorio senza alcun peso su fondi pubblici. L’evento viene infatti esclusivamente finanziato da sponsor privati e da una campagna di crowdfunding avviata sulla piattaforma Meridonare.