Nasce l'Associazione Ingegneri Ischia: prima riunione per la Giornata della prevenzione sismica

Ufficio Stampa e Comunicazione Ordine Ingegneri Napoli 06/08/2018 5462

associazione_ischia_riunione.jpgPromuovere la professione ingegneristica; ampliare le relazioni con le aziende e con gli enti per lo sviluppo di opportunità occupazionali; favorire rapporti dassociazione_logo__ischia_ingegneri.jpgi studio e di ricerca; riunire gli ingegneri per migliorare la reciproca collaborazione, il confronto delle proprie esperienze professionali e lo scambio delle conoscenze nel rispetto della deontologia professionale; organizzare iniziative per la formazione e l'aggiornamento: sono gli obiettivi dell'Associazione Ingegneri Ischia, recentemente costituita (qui accanto il logo).
Obiettivi, certo, condivisi da gran parte delle associazioni professionali, ma in questo momento la nascita di un sodalizio di tecnici a Ischia assume un particolare significato.
La nuova realtà associativa fondata sull'Isola verde e presieduta da Claudio d'Ambra nasce infatti, su suggerimento e impulso del Presidente dell'Ordine degli ingegneri di Napoli Edoardo Cosenza, quasi a un anno di distanza del sisma che ha colpito Ischia e in particolare Casamicciola e che ha determinato, oltre alla perdita di due vite umane, rilevanti danni alle abitazioni, mettendo parzialmente in crisi anche l'economia isolana, basata prevalentemente sul turismo.
Vogliamo quindispiega il Presidente d'Ambramettere al servizio della collettività le nostre competenze non solo per completare l'opera di ricostruzione, ma anche per favorire lo sviluppo di una cultura della prevenzione e della sicurezza degli immobili, anche considerata la rilevante presenza di strutture ricettive”.
La comunità ischitana degli ingegneri conta circa 230 professionisti, molti dei quali impegnati anche nell'amministrazione della cosa pubblica.
Un primo banco di prova per il nuovo sodalizio sarà proprio la Giornata Nazionale della Prevenzione sismica di domenica 30 settembre, quando, come  spiega il Presidente dell’Ordine degli ingegneri di Napoli, Professor Edoardo Cosenza – “verranno allestiti punti informativi in quindici piazze della provincia di Napoli, di cui cinque in città e in circa trecento piazze italiane. Ingegneri e architetti saranno a disposizione dei cittadini per fornire gratuitamente indicazioni e materiale informativo sul rischio sismico e sugli strumenti tecnici e finanze finanziari (incentivi fiscali come Sisma Bonus ed Eco Bonus) per migliorare la sicurezza degli edifici”.
Anche a Ischia è stato deciso l'allestimento di un punto informativo, di cui è responsabile il Consigliere dell'Ordine Massimo Fontana che già in questi primi giorni di agosto ha voluto incontrarsi con i colleghi dell'associazione ischitana (vedere foto in alto) per organizzare al meglio, con le idee e le energie degli ingegneri locali, la manifestazione del 30 settembre. 
Dettagli sulla piazza prescelta per Ischia saranno forniti nei prossimi giorni (leggi qui l'elenco completo dei 15 infopoint deliberati a Napoli e Provincia).
Partito comunque il tavolo operativo che vede impegnati in primis il Presidente Claudio D’Ambra insieme con i colleghi del Direttivo Maria Esposito (Vice Presidente), Alfonso Di Costanzo (Segretario), Paolo Regine (Tesoriere) e i Consiglieri Fernando Aloi e Bernardo Romano.
Successivamente i condomini che ne avranno fatto richiesta sul portale www.giornataprevenzionesismica.it  potranno beneficiare - nel successivo mese di novembre che diviene “Mese nazionale della prevenzione sismica” - di visite tecnico-informative completamente gratuite di ingegneri e architetti esperti in rischio sismico.
Dopo la visita sarà elaborata una scheda di valutazione sommaria che fornirà al cittadino una prima indicazione sulle condizioni dell’immobile e sull’opportunità di procedere a interventi di miglioramento della sicurezza.
L’operazione, sottolinea il Presidente Cosenza, “va vista come quegli screening gratuiti che spesso associazioni del settore medico propongono, per la prevenzione delle più diffuse patologie e quindi per la salute della collettività. Qui invece si intende in primis tutelare l’incolumità dei cittadini e anche il patrimonio edilizio, adeguandone se necessario la sicurezza”.
Un'operazione di alto valore sociale, dunque, che a Ischia, considerato il dramma dello scorso anno, assumerà un significato ancor più profondo.