Expo Dubai 2020: il 15 novembre alla Apple Academy di Napoli si presenta il concorso per il Padiglione Italia.

Ufficio Stampa e Comunicazione Ordine Ingegneri Napoli 13/11/2018 1131

 road-show-italia-expo-2020-dubai-save-the-date-bis.jpg

Sarà Napoli l’ultima tappa del roadshow nazionale di presentazione del Concorso di progettazione del Padiglione Italia: il padiglione che dal 20 ottobre 2020 al 10 aprile 2021 rappresenterà il nostro Paese alla prossima esposizione  Universale.
Appuntamento giovedì 15 novembre alle ore 16 nell'aula magna della Apple Developer Academy, nel complesso universitario federiciano di San Giovanni a Teduccio, in corso Nicolangelo Protopisani 70.
La presentazione di un concorso di progettazione proiettato al futuro e all’innovazione viene dunque ospitata in una struttura che dell’innovazione fa la propria ragion d’essere come la Apple Academy.
L'incontro, ultimo di un ciclo di cinque, organizzato dal Commissariato italiano per Expo Dubai, si propone di illustrare ad ingegneri, architetti, scenografi e designer le modalità di partecipazione e di presentazione dei progetti di fattibilità tecnica ed economica dovranno da far pervenire entro il 17 Dicembre 2018.
Il concorso è indetto da Invitalia, l’Agenzia per lo Sviluppo per conto del Commissariato generale di sezione per la partecipazione italiana all’Expo 2020. Tutte le procedure sono sottoposte alle verifiche in via preventiva della legittimità degli atti da parte dell’Anac, l’Autorità Nazionale Anticorruzione e i progetti di fattibilità tecnica ed economica saranno valutati da una Commissione di elevato standing nazionale e internazionale.
L’obiettivo degli organizzatori è dare massima comunicazione delle modalità di partecipazione, al fine di dar vita ad un Padiglione all’avanguardia sotto il profilo innovativo ed estetico, fortemente attrattivo, capace di generare una forte visitor experience e espressione di abilità e competenze dell’ Italia contemporanea.È stato bandito il concorso internazionale per la progettazione del Padiglione Italia, che rappresenterà il nostro Paese all’Expo 2020 di Dubai
Il valore del bando è di 2.738.000 euro, sommando il premio di 290.000 euro complessivamente riconosciuto ai primi tre classificati e quello stimato, al netto dell’IVA, per gli incarichi di progettazione esecutiva, direzione dei lavori e coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, che potranno essere affidati successivamente. Il valore complessivo del concorso è suscettibile di incremento fino all’importo di 3.806.600 euro, nell’ipotesi di aumento del valore dell’opera da progettare.
L’obiettivo del concorso è dar vita a un Padiglione all’avanguardia sotto il profilo innovativo ed estetico, fortemente attrattivo nei confronti dei visitatori e in grado di esprimere una Italia contemporanea senza dimenticare le nostre radici e le nostre tipicià, dunque con attenzione all’ideale umanistico e allo stile di vita mediterraneo.
La struttura godrà di una posizione strategica dal punto di vista dei flussi: sorgerà su un lotto di 3.420 mq e intercetterà il traffico di pubblico in uscita dal Padiglione degli Emirati Arabi Uniti (distante 250 metri) e in transito verso il North Park, uno dei principali spazi verdi di tutta l’area espositiva. Il Padiglione Italia sarà affacciato sul Parco Nord, nella zona compresa tra l'area tematica dell'Opportunità e quello della Sostenibilità due dei tre "petali" che insieme alla Sostenibilità e alla Mobilità rappresentano i principali nuclei tematici che ispirano l'intera Espdubai-2020-rettangolare.jpgosizione Universale di Dubai 2020.
Secondo il masterplan del sito di EXPO 2020 Dubai (438 ettari, situato nel nuovo quartiere fieristico denominato Dubai Trade Center - Jebel Ali, area fino ad pochi anni fa desertica fra Dubai e Abu Dhabi) a partire dalla piazza centrale Al Wasl Plaza si dipaneranno i tre grandi "petali" delle tre aree tematiche della manifestazione: Opportunità: interconnessioni fra persone e imprese come fattore di sviluppo sociale ed economico; Sostenibilità: tecnologie e sistemi per i nuovi modelli di produzione e consumo sostenibile di energia e acqua; Mobilità: reti e infrastrutture, sia fisiche che virtuali, per la mobilità di persone e merci.
In coerenza con il tema di Expo 2020 “Connecting minds, creating the future”, il concetto attorno al quale ruoterà il Padiglione Italia sarà “Beauty connects people”: ossia la bellezza come elemento di connessione tra le persone, ma anche come espressione di genio creativo e ricchezza culturale. E poi l’innovazione e il digitale: tutto il Padiglione sarà dunque una grande vetrina per esprimere il potenziale innovativo e creativo dell’Italia soprattutto agli occhi dei Paesi dell’area Me.Na.Sa (Middle East, North Africa, South Asia) considerata una regione ricca di opportunità per il sistema economico italiano.
Tra i valori principali che dovranno ispirare la progettazione del Padiglione Italia si evidenziano: la bellezza, massima espressione dell'eccellenza e dell'identità italiana, intesa come fattore di connessione, ovvero risultato di una sintesi armonica del saper fare, del sapere e dell'ideare, del progettare e del creare; l'innovazione, il Padiglione Italia dovrà essere concepito infatti come uno straordinario spazio esperienziale di innovazione ed espressione delle più avanzate forme di tecnologia, intesa non come fine, ma come mezzo tramite cui rappresentare, in modo innovativo, il racconto dei saperi e del saper fare italiano; l'accessibilità, poiché il Padiglione dovrà essere un luogo di condivisione collettiva di una esperienza volta alla inclusività, partecipatività e formazione; la sostenibilità, per cui è condizione necessaria che il Padiglione diventi un prototipo all'avanguardia in termini di progettazione integrata, nel contesto climatico e culturale di riferimento.
La informazioni tecniche e le documentazioni per concorrere, possono essere scaricate DA QUESTO LINK