Ingegneria dell’Informazione: a Roma l'Assemblea del C3i. A Gennaro Annunziata la delega alla Cyber Security

annunziata_gennaro_assemblea-29-gen-2020.jpg

Si è svolta nella mattinata di mercoledì 29 gennaio a Roma, nella sede del Consiglio Nazionale Ingegneri (in sigla Cni), l'assemblea dei Delegati del C3I, Comitato Italiano Ingegneri dell'Informazione, di cui fa parte il Consigliere dell'Ordine degli ingegneri di Napoli Gennaro Annunziata (a sinistra nella foto qui in alto), che ha ottenuto la delega alla "Cyber Security". Nel corso dell'assemblea sono state individuate le priorità operative del C3i per questo 2020. Ricordiamo che questo organismo nasce con l'obiettivo dichiarato di “promuovere e valorizzare la figura e il ruolo dell’Ingegnere dell’Informazione, nonché di favorire il coordinamento delle attività svolte dagli Ordini Territoriali negli ambiti dell’ingegneria dell’informazione”, sia sul fronte della formazione che sul fronte delle proposte normative.


La "Cyber Security", ossia la sicurezza informatica - ha ricordato Annunziata nella sua relazione - rappresenta oggi ”una priorità non solo italiana, ma planetaria. Un Paese che non ponga al centro della sua agenda la sicurezza nei processi di trasformazione digitale, mette a rischio la sua prosperità economica e la sua stessa indipendenza".

Non a caso, va ricordato, uno dei primi provvedimenti del Governo Conte-Bis è stato il varo di un decreto recante "Disposizioni urgenti in materia di perimetro di sicurezza nazionale cibernetica". In questo Decreto Legge (il 105/2019) il nuovo perimetro di sicurezza cibernetica "viene a coprire - evidenzia Gennaro Annunziata - una serie di vuoti normativi lasciati dalla direttiva europea Nis (acronimo che sta per Network and Information Security - Ndr).
In particolare le società di servizi essenziali pubbliche e private, non coperte dalla direttiva europea, sono state inserite nel nuovo perimetro di sicurezza cibernetica, perché strategiche per la sicurezza nazionale".



L'AGENDA PER IL 2020

Numerosi i fronti su cui lavoreranno i delegati del C3I in quest'anno. Eccone alcuni: l'industria 4.0; la sanità digitale; la certificazione delle competenze; la gestione delle gare d'appalto in materia di Ict. Per quest'ultimo aspetto l'obiettivo è di giungere a una regolamentazione che superi l'ottica della mera fornitura, con una suddivisione - analogamente a quanto accade per le opere pubbliche - tra le fasi di progettazione, realizzazione e collaudo. Il tutto a maggior tutela della committenza e quindi della collettività.



LE AZIONI PER LA SICUREZZA INFORMATICA

Gennaro Annunziata ha anche evidenziato una serie di obiettivi in direzione dei quali occorrerà muoversi sul fronte specifico della "Cyber Security".

Prioritario è predisporre un percorso di certificazione specifico in CertIng per la figura dell'Ict Security Specialist, con riferimento alla norma UNI 11621.

Nella sua relazione Annunziata ha poi ribadito l'intenzione di continuare a "fare squadra" (come ha fatto per esempio l'Ordine degli ingegneri di Napoli nel 2019) con gli altri Ordini professionali (Avvocati, Commercialisti, Medici), per l'organizzazione di seminari formativi e di approfondimento.

Inoltre si auspica che gli Ordini provinciali degli ingegneri si attivino per iniziative di sensibilizzazione al tema "Cyber Security", anche in collaborazione con le istituzioni (per esempio con la Difesa).

Su scala nazionale è poi ritenuto utile un sondaggio conoscitivo tra gli iscritti sul tema "Cyber Security", per valutare la conoscenza e la consapevolezza degli ingegneri italiani su questo argomento.

Sempre su scala nazionale è stato auspicato da Annunziata un censimento sui centri di ricerca per definire "un framework nazionale di applicazioni, nei diversi ambiti IT e OT".

Si ritiene inoltre indispensabile rafforzare la rete di collaborazioni con le associazioni di settore e con gli organismi governativi (Copasir, Tlc, Commissioni Difesa e così via).

Viene ribadito infine l'obiettivo auspicato dagli ingegneri del C3i - di cui si è parlato anche a Napoli, in un CONVEGNO organizzato il 6 dicembre al Circolo Ufficiali dell'Esercito - dell'istituzione di un comitato tecnico-strategico in seno al Ministero della Difesa che si occupi della definizione di politiche di "Cyber Security", in cui, insieme al mondo accademico e industriale, vi sia una rappresentanza del C3I.

---------------------------------------------------------------------

Segui ogni giorno l'Ordine degli Ingegneri di Napoli anche: