Festività di fine anno: dal Presidente e dal Consiglio auguri di un sereno Natale e di un felice 2021

logo-ordine_rettangolare.jpg

Napoli, 22 dicembre 2020

Alla c.a. degli Iscritti all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli


Cari Colleghi,
quest’anno è stato impossibile organizzare qualsiasi forma di auguri in presenza. Pertanto, a nome dell’intero Consiglio dell’Ordine, desidero fare gli auguri almeno per lettera.

E’ stato un anno tremendo per l’epidemia Covid. Tanti colleghi e familiari di colleghi si sono ammalati e purtroppo alcuni, ai quali va il nostro affettuoso pensiero, ci hanno lasciati.

Molti hanno, doverosamente e con spirito di sacrificio, continuato a lavorare in presenza con i conseguenti rischi, per tante attività di ufficio, industriali, pubbliche e di cantiere anche nel campo sanitario, e dunque anche la nostra categoria ha fornito un contributo non trascurabile alla resilienza del sistema paese.

La crisi è stata anche professionale: molte attività produttive e di servizio sono state rallentate o fermate per certi periodi e più in generale molti professionisti hanno avuto enorme difficoltà nel lavoro. Anche chi ha potuto lavorare, almeno parzialmente, in modalità telematiche, l’ha fatto spesso in condizioni difficili.
Questo ha generato certamente difficoltà economiche, differenziate nelle varie categorie di Ingegneri.

Come Ordine ci siamo impegnati, anche al di là del nostro ambito provinciale, ad innescare meccanismi favorevoli all’incentivazione della Categoria. A tutto ciò è corrisposto un risultato non sempre soddisfacente, lo sappiamo bene: non sempre la Politica ci ha seguito o ha compreso la crisi che il sistema professionale attraversava, ma l’impegno è stato davvero enorme.

Forte è stata la nostra spinta, al livello provinciale che ci compete ma anche al livello nazionale, per aumentare l’efficienza del nostro sistema in questa delicata congiuntura. Ben conoscete le battaglie che abbiamo intrapreso per provare ad aumentare l’efficienza degli uffici, con procedure telematiche adeguate. Qualcosa è stato ottenuto, molto ancora c’è da fare ma il processo di informatizzazione degli uffici, oramai è irreversibile. Ad esempio, ci siamo spesso confrontanti con la nuova dirigenza del Genio Civile provinciale ove rimangono senza dubbio grandi ritardi e conseguenti giustificate proteste, ma anche sono percepibili i primi miglioramenti, che abbiamo seguito e che continueremo a seguire come Ordine, al fine di aumentare l’efficienza.

Analogamente abbiamo fatto sforzi, purtroppo non proporzionali agli effetti, per ottenere risultati di maggiore efficienza nel rilascio degli svariati permessi necessari, con gli uffici Comunali, a partire da quello del Capoluogo. In ogni caso abbiamo scelto la strategia del dialogo e del confronto con gli uffici, e questa strada certamente è l’unica che può portare frutti; in ogni caso ringraziamo per la dedizione i colleghi dipendenti che vi lavorano, anche essi, in condizioni decisamente difficili.

A tal proposito, ben conoscete l’impegno, sul piano nazionale, per semplificare le procedure amministrative. La battaglia, spesso controcorrente, per eliminare l’Autorizzazione sismica tornando ad un semplice Deposito sta dando alcuni frutti. Nei vari Decreti Legge della fase emergenziale si sono già ottenute alcune semplificazioni ed il nuovo Testo Unico sull’edilizia, in fase di approvazione governativa, ne contiene altre davvero significative. Insomma una battaglia, nella quale il nostro Ordine è stato in prima linea, che sta dando dei frutti.

Altra battaglia partita da Napoli è quella su Sismabonus ed Ecobonus. Conoscete il nostro contributo tecnico ai documenti nazionali. Ma soprattutto stiamo dando una grande spinta anche all’ulteriore incentivazione di progettazione e lavori, semplificazione autorizzativa ed obbligo dell’equo compenso. Si deve spingere verso una ingegneria di qualità ed adeguatamente remunerata.  Alcuni risultati già si vedono ma vi garantisco che continueremo su questa strada.

Per quanto riguarda il funzionamento dell’Ordine, grazie alla dedizione del personale, si è sempre riusciti a mantenere un livello accettabile dei servizi: sono state effettuate molte nuove iscrizioni, necessarie per far partecipare i nostri giovani colleghi ai concorsi, emessi certificati di iscrizione, emesse firme elettroniche e tanto altro, tutte attività necessarie per i professionisti. Il personale ha lavorato spesso in presenza, pur mantenendo sempre elevati standard di sicurezza - che ci hanno consentito di individuare immediatamente problematiche Covid ed affrontarle con tempestività ed efficacia - e l’intero Consiglio gliene è sinceramente grato.

La formazione in questa fase emergenziale è un vero e proprio fiore all’occhiello del nostro Ordine. Grazie alla dedizione del personale e la particolare attitudine dei consiglieri, nonché alla tenacia di molte Commissioni che hanno continuato a lavorare a distanza, abbiamo svolto un’intensissima formazione a distanza.
Sono ben 45 gli eventi organizzati con la nostra piattaforma, con circa 14.000 iscritti che hanno seguito ed ottenuto CFP e con circa 60.000 crediti erogati in totale.
(A questo LINK è consultabile una tabella riepilogativa, con l'elenco completo di tutte le iniziative per la formazione organizzate in modalità Fad dall'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli, a partire dal 27 aprile 2020 e a tutt'oggi. La stessa tabella, in formato immagine, è visionabile anche in calce a questo testo - N.d.r.)
Abbiamo anche supportato l’organizzazione di alcuni altri Ordini italiani. Insomma uno sforzo che ritengo non abbia pari in Italia. E che speriamo abbia fatto raggiungere il minimo dei CFP a moltissimi colleghi, senza la necessità di dover usufruire dell’autocertificazione alla luce del contributo economico imposto, erogato direttamente al Consiglio Nazionale, contro il quale, come sapete, abbiamo fermamente protestato in forma ufficiale. Personalmente ho anche fortemente contestato il provvedimento, seguito poi da altri, in Assemblea generale dei Presidenti.

Mi sento di dire in piena coscienza che l’attività del Consiglio - sempre istituzionalmente - è stata davvero intensa. Ed a tal proposito mi sia consentito di ricordare che tutta la nostra attività ordinistica, mia e di tutti i Consiglieri, è completamente senza compenso di alcun tipo, ivi compresi gli interventi agli eventi, anche nei casi in cui da regolamento sarebbe spettata una remunerazione.

Ci scusiamo se non sempre abbiamo ottenuto i risultati che ci prefiggevamo, posso però garantire che cercheremo sempre di migliorare, accogliendo tutte le critiche costruttive che riceviamo.

Siamo pronti ad affrontare un 2021 che speriamo sia di piena salute per tutti gli iscritti e per i loro familiari. E siamo pronti a spingere per un corretto utilizzo dei finanziamenti del Recovery Fund e di tutte le altre iniziative governative che verranno messe in campo, nella certezza che il ruolo degli ingegneri, siano essi dipendenti o liberi professionisti, per la sicurezza, la vivibilità e più in generale per la crescita ed il benessere le Paese è fondamentale.

Auguri per un sereno Natale ed un Felice 2021 da me e dall’intero Consiglio dell’Ordine

Edoardo Cosenza

(a nome anche del Tesoriere Giovanni Esposito, del Consigliere Segretario Andrea Prota, dei Consiglieri Giovanni Alfano, Gennaro Annunziata, Barbara Castaldo, Valentina Della Morte, Raffaele De Rosa, Massimo Fontana, Carmine Gravino, Andrea Lizza, Ada Minieri, Ettore Nardi, Vittorio Piccolo, Ciro Verdoliva)

formazione_fad_2020_tab1.jpgformazione_fad_2020_tab2.jpg
---------------------------

Segui ogni giorno l'Ordine degli Ingegneri di Napoli e le sue attività anche: