Ordine & Comune ... UNITI per una Messina a misura di INGEGNERE

19/06/2018 2070

triolo--mondello.jpg

 Il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Messina Ing. Francesco Triolo, si è incontrato e confrontato con il neo Assessore alle Infrastrutture e Lavori Pubblici, Edilizia Pubblica e Privata oltre che Vice Sindaco Arch. Salvatore Mondello sulle tematiche e problematiche inerenti la professione in un quadro di collaborazione e in un’ottica di sviluppo dell’economia locale.

L’Arch. Mondello ha tracciato le linee guida di un percorso già delineato durante la campagna elettorale.

Azzeramento del Piano Salva-Colline e rielaborazione del futuro PRG.

L’ing. Triolo ha sottolineato che le tante problematiche conosciute ai più si risolvono partendo dalla conoscenza delle stesse e soprattutto dalla competenza e praticità dei Dirigenti, che molto spesso preferiscono “trincerarsi” in facili dinieghi che in possibili e “pensate” soluzioni che possono rappresentare la panacea di tante problematiche.

 Si affronteranno a breve le questioni legate alla “zona Q” che di fatto assieme al Piano Paesaggistico “blocca” qualsiasi forma di sviluppo edilizio lungo la litoranea tirrenica.

Ex zone ASI e ZIR  e ZIS concentrate nella zona sud (via Acireale) che da anni risultano “ferme” per un piano particolareggiato mai eseguito dalle precedenti amministrazioni.

Soprattutto si cercherà di potenziare maggiormente l’Ufficio Urbanistica di Messina in sinergia con gli altri Enti garantendo tempi tecnici in relazione all’entrata in vigore del SUE (Sportello Unico per L’Edilizia). Relativamente al SUE è stato convocato un tavolo tecnico con tutti gli Enti preposti al rilascio di pareri/Nulla Osta,  al fine di superare tutte le criticità riscontrate in questa fase di avvio.

Massima collaborazione anche da parte dell’Ordine degli Ingegneri che cercherà tramite i propri iscritti di agevolare un percorso dall’apparenza difficile, ma come avvenuto in altre città, ampiamente superato, rodato e perfettamente funzionante.

Il Presidente Triolo ha assicurato che da settembre partiranno le commissioni di studio all’interno dell’Ordine: Ambiente, Catasto, Geotecnica, Idraulica, Impianti, Ingegneria Forense, Lavori pubblici, Sicurezza luoghi di lavoro, Strutture, Urbanistica, Protezione Civile, Viabilità e Trasporti.

Le stesse con i loro componenti Ingegneri, si metteranno a servizio della città.

Sarà firmato un protocollo di intesa con il Comune.

L’Ordine degli Ingegneri collaborerà e si farà partecipe per la ricerca di fondi comunitari (come già fatto in precedenza e con grande successo) per la sicurezza del territorio.

Si punterà per obiettivi comuni.

L’amministrazione guidata dal Sindaco Cateno De Luca ha bisogno di validi interlocutori e di un effettivo aiuto che vada oltre il potenziale umano e tecnico già a disposizione.

L’Ordine degli Ingegneri con il suo Presidente Francesco Triolo ha l’opportunità di “elevare” e far conoscere le potenzialità di una categoria che ha la necessità di riappropriarsi di un territorio devastato dalle scelte politiche e poco tecniche, legate esclusivamente da interessi personali e non collettivi.