Il Genio Civile di Messina si riorganizza.

portale1.jpg

L'ING. CAPO DEL GENIO CIVILE CI INFORMA DELLA RIORGANIZZAZIONE DATA ALL'UFFICIO E DI AVVISI ALL'UTENZA CHE A SEGUIRE RIPORTIAMO.

Edilizia Pubblica UO.07 =  Dirigente: Ing. Ferrarolo Giuseppe

Funzionari: Geom. Ananstasi; Geom. Chiofalo; Geom. Familiari; Geom. Tuzzi; Geom. Verderico

 

Edilizia Privata UO.08 =  Dirigente: Arch. Letterio Riparante

Funzionari: Sig.ra Bonura; Arch. Fastuca; Geom. La Maestra; Geom. Maiorana; Geom. Russo

Edilizia Privata UO.09 =  Dirigente: Ing. Salvatore Di Francesco

Funzionari: Sig. Totaro; Arch. Montalto; Geom. Alderucci; Geom. Andriano; Ing. Calapai; Arch. Visalli; Geom. Cingari; Arch. Muzio

Edilizia Privata UO.10 =  Dirigente: Ing. Antonio Favosi

Funzionari: Sig.ra Caliò; Geom. Anterini; Geom. Fleri; Geom. Luciano; Geom. Scigliano; Geom. Scotto; Geom. Vasta

 

AVVISO: Applicazione dell'imposta di bollo al procedimenti relativi ad interventi edilizi in zona sismica

In base alle nuove disposizioni in materia di semplificazione della disciplina degli interventi strutturali in zone sismiche ai sensi della Legge n. 55 del 14 giugno 2019 di conversione del D. L. 18 aprile 2019 n° 32, l'attestazione di avvenuto deposito rilasciata ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 94-bis, comma 4, del DPR 380/2001 è soggetta all'imposta di bollo, fin dall'origine, nella misura di euro 16,00, ai sensi dell'articolo 4, comma 1, della tariffa, parte prima, allegata al D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 642 (Risposta ad interpello n° 319/2019 dell'Agenzia delle Entrate).
Resta confermata l'imposta di bollo nella misura di € 32,00 per la denuncia dei lavori presentata ai sensi degli artt. 65 e 93 del DPR 380/2001 e per il provvedimento autorizzativo rilasciato ai sensi dell'art. 94.
L'imposta di bollo sulla relazione finale del direttore dei lavori e sul collaudo statico è dovuta invece ai sensi dell'art. 2 della tariffa allegata al DPR n. 642/1972 e, qualora ne venga rilasciata copia munita di attestazione di avvenuto deposito, dovrà essere assolta sia per la copia che resta agli atti della Pubblica Amministrazione che per la copia destinata ad essere restituita all'istante (Risoluzione n. 139/E del 29.05.2009 dell'Agenzia Entrate).

 

AVVISO: Schema di dichiarazione del progettista delle strutture prevista dall'art. 93, comma 4, del DPR 380/2001

A seguito dell'emanazione del D.L 32/2019, convertito in legge il 14.06.2019, sono state apportatemodifiche al DPR 380/2001 finalizzate alla semplificazione delle procedure vigenti in zone sismiche. In particolare sono state apportate modifiche agli artt. 65, 67, 93 ed è stato introdotto l'art. 94-bis.
Per quanto di sopra, in base alle nuove disposizioni e secondo le indicazioni di cui al D.D.G. 189 del 23/04/2019 del Dirigente Generale del D.R.T. la denuncia dei lavori prevista dall'art. 93 dovrà essere uniformata alle nuove disposizioni normative, in particolare dovrà essere accompagnata, oltre che dalla documentazione prevista dal comma 3 dell'art. 93 e dalla documentazione di rito, dalla dichiarazione prevista dal comma 4 del medesimo articolo 93, nella quale il progettista delle strutture dovrà asseverare:
• il rispetto delle norme tecniche per le costruzioni (D.M. 17.01.2018 e relativa circolare ministeriale n.7 del 21.02.2019);
• la coerenza tra il progetto esecutivo riguardante le strutture e quello architettonico di cui alla richiesta del titolo abilitativo urbanistico;
• il rispetto di eventuali prescrizioni sismiche contenute negli strumenti di pianificazione urbanistica;
• la definizione dell'intervento edilizio secondo le indicazioni di cui al comma 1, lettere a), e b) dell'art. 94-bis del DPR 380/2001.
A seguire lo schema della predetta dichiarazione da allegare alla denuncia dei lavori inserendola nella apposita sezione "asseverazioni" o nella sezione "allegati - altri".

 

AVVISO: Definizione degli interventi strutturali in zona sismica e indicazione del provvedimento amministrativo richiesto da riportare
nella “Denuncia dei lavori”.

Al fine di adeguare il procedimento amministrativo di competenza degli Uffici del Genio Civile alle nuove disposizioni in materia apportate dall'art. 3 della Legge n. 55 del 14 giugno 2019 di conversione del D.L. 18 aprile 2019 n° 32, il responsabile digitale del progetto, nella sezione “Descrizione dell'intervento” della piattaforma informatica Sismica-Sicilia, dovrà indicare:
1. la denominazione del progetto urbanistico;
2. la descrizione degli interventi strutturali previsti e quant'altro non bene identificabile dalla definizione di cui al punto precedente (tipo di struttura, numero dei piani, descrizione interventi, ecc.);
3. la classificazione dell'intervento secondo le definizioni di cui al comma 1, lettere a), e b) dell’art. 94-bis del DPR 380/2001, con specifica indicazione se trattasi di richiesta di “autorizzazione” o di “deposito” .
Es.: Ristrutturazione edilizia ed ampliamento di un edificio residenziale – Ampliamento in sopraelevazione, realizzazione del piano secondo, di un fabbricato esistente con struttura intelaiata in c.a. a due elevazioni previo rinforzo di alcuni pilastri del piano terra – Deposito progetto per “intervento di minore rilevanza” art. 94-bis comma 1 lettera b) “adeguamento o miglioramento sismico di costruzioni esistenti nelle località sismiche a media sismicità”.

 

AVVISO: denuncia dei lavori di “variante in corso d’opera” e di “variante al progetto”.

La denuncia dei lavori di “variante in corso d’opera” deve essere inoltrata attraverso la piattaforma digitale Sismica Sicilia esclusivamente nel caso in cui i progetti originari siano già stati trasmessi tramite il portale.
Qualora i procedimenti risultino, invece, già avviati o muniti di provvedimento rilasciato attraverso le precedenti modalità (ad es. progetto in formato cartaceo) la denuncia dei lavori di “variante in corso d’opera” dovrà essere inoltrata direttamente agli Uffici del Genio Civile competente per territorio nelle forme precedentemente adottate.
Lo stesso valga per la trasmissione delle successive comunicazioni (inizio lavori, variazioni committente, professionisti, impresa, ecc.) e per i depositi della relazione finale del direttore dei lavori e del collaudo statico.
Nel caso di “varianti al progetto” per interventi edilizi non ancora iniziati, la denuncia dei lavori potrà essere trasmessa attraverso il portale, producendo in formato digitale tutta la documentazione tecnica e amministrativa necessaria, ivi compresa quella agli atti già allegata al progetto autorizzato; nel qual caso dovrà essere contestualmente comunicata, direttamente all’Ufficio del Genio Civile competente per territorio, la rinuncia al progetto originario, sottoscritta dal committente, accompagnata da un’apposita dichiarazione sulla mancata esecuzione delle opere a firma del direttore dei lavori.

 

AVVISO: Interventi privi di rilevanza art. 94-bis, comma 1, lettera c) del DPR 380/2001.

Nelle more dell’adeguamento della piattaforma digitale alle nuove disposizioni in materia di semplificazione della disciplina degli interventi strutturali in zone sismiche e dell’emanazione delle linee guida da parte del MIT, la comunicazione di inizio dei lavori per gli interventi privi di rilevanza ai fini della pubblica incolumità, di cui alla lettera c) comma 1 dell’art. 94-bis del DPR 380/2001, dovrà essere inoltrata direttamente agli Uffici del Genio Civile competente per territorio, anche a mezzo PEC, accompagnata dalla nomina e accettazione del progettista e del direttore dei lavori e da una breve descrizione delle opere da eseguire asseverata dal progettista.
L’elenco, non esaustivo, delle opere ritenute prive di rilevanza ai fini della pubblica incolumità, allegato al D.D.G. 189/2019, è disponibile al seguente link:
http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/
PIR_LaStrutturaRegionale/PIR_AssInfrastruttureMobilita/
PIR_Diptecnico/PIR_Infoedocumenti/PIR_Decreti/PIR_art68/
PIR_Pubblicazioniaprile2019/Allegato%20al%20D.D.G.%20n.189%20del%2023.04.2019.pdf