ZPS a Messina ... Ora si attende la REGIONE

L’Assessore Mondello e il Dirigente Cardia sono stati di parola.
Con Deliberazione n.318 del 13/07/2020 è stata approvata dalla Giunta Comunale la “Presa d'atto dello Studio per la valutazione degli Impatti cumulativi sui Siti della Rete Natura 2000 per il caso EUPILOT 6730/14/ENVI riferite alle procedure VAS ex art. 12 e 13 del D.Lgs. n. 152/06 e art. 8 e 9 DPRS n. 23/2014 di competenza del DRU e all'attuazione della Direttiva 92/43/cee, art. 6 comma 3 , relativa alla salvaguardia della biodiversità mediante la conservazione degli habitat naturali, nonché della flora e della fauna selvatiche ex art. 5 DPR n° 357/97 di competenze del D.R.A. quale atto propedeutico allo Studio di Incidenza e della VAS del redigendo nuovo PRG" redatto dalla professoressa arch. Maria Cerreta.
Per lo “sblocco” della problematica ZPS a Messina, ora si attende la REGIONE.

triolo44.JPG
Si rammenta che a seguito dell’incontro del 07 luglio con i Presidenti Triolo (Ingegneri) e Falzea (Architetti), il Vice Sindaco Arch. Salvatore Mondello, il Dirigente Edilizia Privata e Pubblica Ing. Antonio Cardia in relazione alle problematiche inerenti la professione e l’edilizia messinese e legate all’impossibilità di edificare nelle Zone a Protezione Speciale (ZPS) avevano promesso tempi rapidi per evadere quanto richiesto dalla Regione Sicilia in merito all’edificazione nelle aree con vincolo ambientale.
Nell’allegato finale la Deliberazione con il testo integrale.

Tocca ora alla Deputazione Regionale unitamente all’Amministrazione Comunale, sollecitare l’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente per un veloce esame della documentazione prodotta e quindi porre fine a una problematica che attualmente blocca il 75% del territorio messinese.

Anche gli Ordini degli Ingegneri e Architetti non staranno a guardare.
Partire dalla ZPS per passare alle altre tematiche cogenti e che attualmente vedono un’edilizia messinese “ingolfata”, questo deve essere il primo passo “di tanti” che possa vedere uniti Ordini, Amministrazione e Deputazione Regionale in prima linea per la risoluzione dei veri problemi che possono influire sull’economia cittadina.