Il Presidente Zambrano si rivolge a tutti i Presidenti Territoriali ...

img_7291.JPG

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO NAZIONALE INGEGNERI SCRIVE A TUTTI I PRESIDENTI DEGLI ORDINI PROVINCIALI IN MERITO ALLE RECENTI ATTIVITA' CONDOTTE.

SI RITIENE PERTANTO UTILE DIVULGARLE A TUTTI GLI ISCRITTI PER RENDERLI EDOTTI SULLE INIZIATIVE IN CORSO DA PARTE DEL CNI.

"Carissimi Presidenti,

vi invio, sperando sperando che la troviate utile, un’ulteriore informativa sulle più recenti attività e problematiche in corso:

a) INARCASSA;  le elezioni dei delegati si terranno nel prossimo mese di marzo; prosegue l’attività del gruppo di lavoro dell’Assemblea dei Presidenti per la redazione del programma, che si riunirà il prossimo 29 gennaio, per definire il documento da sottoporre all’Assemblea;  l’ultima riunione del GdL è stata partecipata più dai delegati INARCASSA che dai Presidenti, per cui è stata un pò movimentata; ma va tutto bene…è importante aprirsi sempre al confronto ed alla discussione, in piena trasparenza, a differenza di chi sostiene che gli atti di un ente come Inarcassa debbano essere segreti, anche se impattano sulla vita degli Ordini; fondamentale è che il nostro progetto di inclusione, collaborazione e sinergia tra Ordini ed ente previdenziale vada avanti, con il nostro contributo; mai come in questi giorni il Presidente di Inarcassa si rivolge agli Ordini territoriali (normalmente non considerati rappresentativi dei liberi professionisti) per organizzare incontri a scopo “divulgativo”, in qualche caso con rilascio dei crediti, assicurandosi gratis sale piene; vi invito a fare una riflessione sull’opportunità di tali incontri;

b) Formazione per gli ingegneri: a breve sarà pronto il progetto di formazione universitaria per gli Ingegneri, licenziato dal gruppo di lavoro del CNI, che sarà portato all’attenzione dell’Assemblea; i punti fondanti sono stati già esposti nel Congresso ed in precedenti Assemblee e sono : un rapporto diretto ed univoco tra corsi di laurea e ordine/collegio professionale di iscrizione; superamento della laurea triennale per ingegneria; lauree professionalizzanti triennali solo per l’accesso ai collegi; percorsi di laurea normalmente quadriennali con percorsi di specializzazione di uno-due o tre anni in funzione delle necessità formative; blocco delle iscrizioni all’albo dei triennali con possibilità, per quella già iscritti, di raggiungere la laurea magistrale con percorsi di formazione formale che utilizzi anche in parte la certificazione delle competenze, verificando le condizioni di esperienza lavorativa e di studi informali etc.

c) Salvo imprevisti, avendo avuto assicurazione dal Capo della Protezione Civile dr.Borrelli, il 29 p.v. sarà sottoscritto lo statuto della Struttura Tecnica nazionale, che interverrà, con nuove regole d’ingaggio, nelle attività  di emergenza; sono state definite, anche se manca ancora un’approvazione ufficiale, le modalità per i corsi di formazione, che inizieranno a breve, partendo dalle Regioni dove non vi sono abilitati  Aedes.
Abbiamo verificato con la Protezione Civile la possibilità di rilascio di attestati di benemerenza per le attività a seguito del terremoto in Centro Italia.

d) Sisma bonus: abbiamo preso contatti con i relatori alla Camera del decreto Milleproroghe, per la reintroduzione dello sconto in fattura per il Sismabonus, assolutamente necessario per far decollare gli interventi di prevenzione sismica, con particolare riguardo alle prestazioni professionali tecniche; se necessario, vi pregheremo di intervenire a supporto con i parlamentari delle vostre aree;

e) Piano di Prevenzione sismica: abbiamo incontrato più volte il nuovo Capo della Struttura di Missione Casa Italia, ing.Fabrizio Curcio, che abbiamo ben conosciuto ed apprezzato quale Capo della Protezione Civile Nazionale, per illustrargli il nostro progetto di prevenzione dei rischi idraulici e soprattutto sismici, che ha condiviso, impegnandosi a portarli nelle sedi competenti; il ruolo degli Ingegneri sarà assolutamente fondamentale; a questo proposito, il giorno 21 febbraio sarà convocato presso il CNI il primo incontro del Comitato Nazionale sulla difesa del suolo;

f) Nuovo Regolamento del Codice dei Contratti: è stato trasmesso il 17 u.s. il documento, redatto dal gruppo di lavoro composto da numerose associazioni (tra cui la RPT, Confindustria, Ance, Conforma, Oice, Unionsoa, Lega Cooperative, CNA etc.) in pratica tutti gli operatori del settore, coordinato – e proposto – dal CNI, alla Commissione nominata dal Ministro, che attende il documento finale entro la fine del mese; il testo licenziato prevede importanti norme a tutela della qualità del progetto e del lavoro dei professionisti; mi permetto di dire che è un grande risultato, attestando la capacità dei soggetti interessati, pur diversi per attività e caratteristiche,  di lavorare insieme, in sinergia e con tempi strettissimi, nell’interesse del Paese,  ma anche il ruolo centrale ed autorevole del CNI;

g) L’8 febbraio si terrà a Venezia, su organizzazione dell’Ordine locale, che ringraziamo, unitamente al CNI, un convegno sul tema importantissimo dell’acqua alta e del MOSE, con la presenza di autorevoli esperti e rappresentanti delle istituzioni;

h) Il 14 febbraio a Salerno, su organizzazione dell’ordine locale e del CNI si terrà un convegno, fortemente voluto dal neo Presidente del Consiglio Superiore dei lavori pubblici ing.Massimo Sessa, che avrà come tema della mattinata la prevenzione dei rischi e la sicurezza del Paese, mentre nel pomeriggio si affronteranno alcune problematiche sulla nostra professione; a breve riceverete una bozza di programma;

i) C3I : il prossimo 29 gennaio ci sarà la ripresa dell’attività del Comitato, che sarà chiamato a contribuire in maniera determinante sui temi dell’attrattività degli Ordini soprattutto per i colleghi del terzo settore; su questo, iniziative divulgative dell’importanza degli ingegneri e della costituzione di aree riservate, anche tramite specifiche certificazioni delle competenze,  su alcuni aspetti delle attività informatiche, che riguardano la sicurezza dei cittadini; dobbiamo affrontare un tema fondamentale come l’etica degli algoritmi…ma ne parleremo al prossimo incontro.

l) comitato di indirizzo comunicazione/giornale dell’ingegnere: il 31 gennaio si riunirà il comitato di indirizzo; da tempo abbiamo iniziato un percorso condiviso sulla comunicazione e vorrei veramente ampliare ancora di più la vostra indispensabile partecipazione, ritengo infatti fondamentale portare all'attenzione del progetto nazionale esperienze, modelli e progetti di comunicazione territoriale."

Un caro saluto a tutti.

Armando

Presidente

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI