L’ORDINE INFORMA – Corsi, Portale Sismico, Inaugurazione Sede, Condono Edilizio

2939.jpg

Corso Formativo “Dal Terremoto di Messina al crollo del Ponte Morandi”

Al via l’importantissimo corso formativo in materia sismica che si terrà il 7 e 8 Novembre all’Hotel Baia Taormina. Ci saranno relatori di primissimo piano.

Sinergia con Consiglio Nazionale Ingegneri, Dipartimento Ingegneria di Messina e Consulta Ingegneri di Sicilia per offrire alla categoria un corso di primissimo livello.

Ai partecipanti verranno riconosciuti 13 CFP e consegnato l’attestato di partecipazione.

Inoltre nella pausa pranzo del 7 agli oltre 200 iscritti verrà offerto dall’organizzazione un buffet ricco di pietanze.

Tutto ciò a costo zero per l’Ordine grazie ai tanti sponsor che hanno sostenuto l’iniziativa e creduto nel progetto “Ordine Ingegneri Messina”.

 ___________________________________________

Disservizi sul Portale “Sismica Sicilia”

Da giovedì 31/10/19 è impossibile accedere e presentare pratiche sul Portale “Sismica Sicilia”.

Il Dirigente Arch. Lizzio per tramite la Consulta Ingegneri aveva garantito che a breve (entro fine ottobre) il sistema sarebbe stato aggiornato e non avrebbe più mostrato le criticità da tempo lamentate dai tantissimi professionisti che oggi possono inoltrare progetti SOLO attraverso il Portale telematico.
Contattato telefonicamente l'Avv. Parlavecchio ha assicurato che lunedì 4 novembre il programma funzionerà a seguito dei "lavori di manutenzione" necessari a eliminare le criticità lamentate.


 ___________________________________________

A Dicembre l’inaugurazione della nuova sede “La Casa dell’Ingegnere”

E’ quasi pronta. A dicembre (giorno da definire) ci sarà l’inaugurazione.

Sede centrale (palazzo ex Rotino nel v.le S.Martino) e di grande prestigio per una categoria rilegata da tempo in una struttura sicuramente non degna del nome degli Ingegneri di Messina.

Non sarà solo il “punto segreteria”, ma risulta essere stata “progettata e allestita” per accogliere i colleghi in uno spirito di socialità con l'obiettivo di "superare la professione" per trovarsi tutti insieme nella "Casa dell'Ingegnere".

Sarà pertanto il luogo di incontro per i tanti iscritti.

Ampio salone (fino a 100 posti a sedere) che permetterà di svolgere anche eventi formativi.

 ___________________________________________

Definizione pratiche di Condono Edilizio – Interviene la Regione

Con Deliberazione della Giunta Regionale n.383 del 25/10/19 vengono dati degli atti di indirizzo per la definizione delle istanze di Condono Edilizio.

In sintesi (SI ALLEGA), si riporta quanto testualmente deliberato:

““… per quanto esposto in preambolo, di emanare atto di indirizzo finalizzato alla definizione di tutte le pratiche di Condono Edilizio presentate ai Comuni dell’Isola ai sensi della legge 1 marzo 1985, n. 47, recepita dalla legge regionale 10 agosto 1985, n. 37, dell’articolo 39 della legge 23 dicembre 1994, n. 724 e dall’articolo 32 della legge 24 novembre 2003, n. 326, ad oggi non definite con l’emissione di apposito provvedimento, ed, in particolare:

- I Comuni possono avvalersi di liberi professionisti o di strutture di consulenze e servizi, anche mediante il ricorso a convenzioni con altri comuni, in conformità a quanto disposto dall’articolo 2, commi 48 e 49 della legge 23 dicembre 1996, n. 662 e successive modificazioni e dell’art. 12 della legge regionale n. 17 del 2004. L’attività istruttoria, oltre ad accertare le condizioni di ammissibilità o meno alla sanatoria, dovrà concludersi con la formulazione di una proposta di parere motivato da sottoporre alla determinazione del dirigente dell'ufficio comunale al quale compete il rilascio o meno del titolo abilitativo in sanatoria;

- per le finalità di cui al superiore punto, è intendimento dell’Amministrazione Regionale di istituire nel bilancio della Regione, Ragioneria Generale, un fondo di rotazione, per il triennio 2020/2022, in favore degli enti locali destinato alla copertura finanziaria delle somme occorrenti per il conferimento degli incarichi o per la stipula delle convenzioni;

- il recupero delle somme anticipate avverrà a valere sull’apposito capitolo delle entrate comunali relative alle somme versate a titolo di oneri di costruzione per la sanatoria degli abusi edilizi;

- promuovere intese procedimentali con le Amministrazioni preposte alla tutela dei vincoli per l’acquisizione dei pareri di competenza utilizzando l’Istituto della Conferenza dei Servizi;

- dare mandato al Dipartimento Regionale dell’Urbanistica di fornire ogni necessario apporto tecnico-giuridico compatibile con le proprie attribuzioni funzionali a mezzo dei Servizi competenti: Area 2 – Interdipartimentale “Sistemi Informativi Geografici, Infrastruttura Dati Territoriali Regionali e Cartografia”; Servizio 5/DRU – “Vigilanza Urbanistica”; Servizio 6/DRU – Ufficio consultivo, affari legali e contenzioso.””